Ominide 2324 punti

L’organizzazione del magazzino

Dal punto di vista fisico le strutture che costituiscono il magazzino variano in relazione alle esigenze delle aziende.
Tuttavia, gli elementi principali che compongono il magazzino possono essere così riassunti:
• Locali o spazi aperti, più o meno attrezzati a seconda delle necessità dei beni che vi devono essere conservati;
• Impianti di conservazione speciali;
• Attrezzature per suddividere, smistare e spostare i beni all’interno del magazzino, per introdurli e per farli uscire.

Indipendentemente dal tipo di azienda, all’interno del magazzino si possono individuare alcune zone:
• Zona di ricevimento dei beni, se si tratta di materie prime, riceve le forniture e ne controlla la corrispondenza rispetto all’ordine di acquisto, emettendo le bollette di carico che ne registrano l’ingresso in magazzino;

• Zona di stoccaggio o conservazione, è il vero e proprio magazzino, dove i beni rimangono conservati per periodi di tempo più o meno lunghi;
• Reparto di conferimento e spedizione, preleva dalla zona di stoccaggio le merci e i prodotti, provvede all’imballaggio e alla spedizione, emette le bollette di scarico relative all’uscita dei beni dal magazzino e trasmette i dati all’ufficio vendite per l’emissione della fatture.

Hai bisogno di aiuto in Economia & Ragioneria?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
I Licei Scientifici migliori d'Italia secondo Eduscopio 2017