Ominide 2324 punti

Le immobilizzazioni materiali

Il peso delle immobilizzazioni materiali, sia tecniche sia patrimoniali, varia in base al tipo di azienda, come d’altra parte varia la composizione dell’attivo.
In un’azienda industriale le immobilizzazioni tecniche rivestono un ruolo di estrema importanza, dal momento che la trasformazione delle materie prime e degli altri elementi necessari per la produzione richiede la presenza di impianti e macchinari complessi e molto costosi.
Pertanto, nelle aziende industriali verrà ad assumere un’importanza privilegiata e fondamentalmente l’investimento in immobilizzazioni materiali tecniche.
Diversa è la situazione delle aziende commerciali, dove invece troviamo una minore incidenza dell’attivo immobilizzato sul totale degli investimenti, dal momento che le aziende in questione puntano essenzialmente sulla distribuzione di merci e quindi indirizzeranno i loro investimenti verso il magazzino e i crediti alla clientela, limitando quelli in immobilizzazioni tecniche alle strutture necessarie per la conservazione e la distribuzione, senza dover impegnare ingenti capitali in impianti e macchinari particolarmente costosi, quali quelli delle aziende industriali.

Il peso maggiore delle immobilizzazione tecniche lo si trova nelle aziende di servizi, dove la produzione stessa del servizio è strettamente legata alla presenza di impianti, macchinari, attrezzature, mezzi che il più delle volte presuppongono investimenti di capitali molto elevati.
La presenza di immobilizzazioni patrimoniali è invece diffusa fra le compagnie di assicurazione, inclini a investire i profitti derivanti dalla loro attività e la liquidità derivante dallo sfasamento fra entrate e uscite nell’acquisto di beni immobili, che non vengono utilizzati direttamente, se non in parte, e che per il resto vengono concessi in affitto a terzi.

Hai bisogno di aiuto in Economia & Ragioneria?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email