Ominide 2324 punti

L’ammortamento delle immobilizzazioni materiali

L’ammortamento è un procedimento contabile per mezzo del quale un costo pluriennale relativo a un bene a utilità ripetuta viene distribuito fra i vari esercizi di utilizzo.
L’ammortamento può essere preso in esame sotto diversi aspetti:
• Tecnico-economico
• Finanziario
• Contabile
• Fiscale

Nel calcolo delle quote di ammortamento, attuato per mezzo della redazione del piano di ammortamento, occorre considerare i seguenti elementi:
• Il costo storico di acquisizione;
• Il valore presunto di realizzo al termine della durata utile del bene;
• Il valore da ammortizzare, dato dalla differenza fra costo storico e valore presunto di realizzo;
• La vita utile del bene, espressa in anni o in mesi, ipotizzata sulla base della sua durata fisica e della sua utilità tecnico-economica;

• Il criterio di suddivisione nel tempo del costo da ammontare.

Esistono diversi criteri di calcolo delle quote di ammortamento, ciascuno dei quali meglio si adatta alle diverse situazioni:
• Criteri matematici, le quote vengono calcolate secondo procedimenti aritmetici e fissate in sede di impostazione del piano di ammortamento, senza più essere variate successivamente; le quote possono essere:
o Costanti
o Decrescenti;
• Criteri economici, le quote vengono fissate di anno in anno in base alla residua possibilità di futuro utilizzo del bene.

Dal punto di vista contabile, si utilizza il procedimento indiretto: le quote vengono accantonate in appositi Fondi ammortamento che rappresentano delle poste rettificate del costo storico del bene.

Hai bisogno di aiuto in Economia & Ragioneria?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Maturità 2018: date, orario e guida alle prove