Ominide 2324 punti
L’acquisizione delle immobilizzazioni

Le forme di acquisizione delle immobilizzazioni materiali sono:
• L’acquisto da terzi;
• L’apporto;
• La costruzione in economia;
• La locazione finanziaria.

L’acquisto delle immobilizzazioni materiali
Quando le immobilizzazioni materiali vengono acquistate da terzi, il loro costo è definito dalle fatture di acquisto che pervengono all’azienda, nelle quali è indicata anche l’IVA a credito corrispondente.
Nel caso in cui si sostengono degli oneri accessori legati all’acquisto, questi vengono patrimonializzati, ovvero portati a incremento del valore del bene cui si riferiscono, di cui seguiranno il processo di ammortamento.
L’Italia è stata autorizzata dall’Unione europea a introdurre il limite del 40% al diritto di detrazione IVA per le spese relative ai veicoli stradali.
I veicoli per i quali non opera tale limite sono i:

• Veicoli rientranti tra i beni strumentali dell’impresa;
• Taxi;
• Veicoli utilizzati ai fini di formazione dalle scuole guida;
• Veicoli dati in noleggio o leasing;
• Veicoli utilizzati da rappresentanti di commercio.

L’apporto delle immobilizzazioni materiali
L’apporto, che rappresenta nelle società una forma di conferimento disgiunto, quando si tratta di singoli beni, oppure congiunto, quando ha per oggetto un’azienda preesistente, può verificarsi in diversi momenti della vita aziendale: alla costituzione oppure durante la gestione, in occasione di aumento di capitale.
Il valore dell’immobilizzazione apportata risulta da un accordo fra i soci nelle società di persone, mentre in quelle di capitali deve essere quantificato per mezzo di un’apposita perizia giurata.

La costruzione in economia
Per costruzione in economia si intende il processo per mezzo del quale l’azienda, anziché procurarsi all’esterno le immobilizzazioni materiali, le costruisce internamente utilizzando la propria organizzazione tecnica e di manodopera e i propri beni.
In particolare per le aziende industriali può essere conveniente provvedere in modo autonomo alla realizzazione dell’immobilizzazione per ragioni:
• Economiche: costi minori;
• Di opportunità: adattamento totale dell’immobilizzazione alle necessità specifiche dell’azienda.
Le immobilizzazioni che vengono costruite internamente devono essere valutate in base al loro costo di produzione.
Si distinguono:
• Costi diretti dei beni strumentali utilizzati nella costruzione;
• Costi indiretti, quali quelli del personale tecnico che partecipa indirettamente alla realizzazione dell’immobilizzazione e altri costi indiretti.

Il leasing
Per operazioni di locazione finanziaria si intendono le locazioni di beni mobili e immobili, acquistati, costruiti o fatti costruire dal locatore, su scelta e indicazione del conduttore, che ne assume tutti i rischi, e con facoltà per quest’ultimo di divenire proprietario dei beni locati al termine della locazione, dietro versamento di un prezzo prestabilito.
Si differenzia dalla locazione semplice per il fatto che il conduttore non è necessariamente tenuto alla sua restituzione ma, esercitando il cosiddetto diritto di riscatto, può diventarne proprietario.
Esistono diversi tipi di contratto:
• Leasing operativo, viene stipulato fra l’azienda che produce il bene oggetto del contratto, per il quale assicura anche manutenzione e assistenza, e il conduttore, senza intermediazioni da parte di altri soggetti;
• Leasing finanziario, è la forma più diffusa, con la presenza di un intermediario finanziario;
• Lease back, il proprietario di un bene strumentale lo vende alla società di leasing e nel contempo stipula con la stessa un contratto di locazione, che gli consente di continuare a utilizzare il bene e di esercitare la facoltà, alla scadenza del contratto, di riacquistarne la proprietà a un prezzo fissato.
Il leasing rappresenta dunque una forma di finanziamento per l’azienda.
Tuttavia, si tratta di un finanziamento atipico, nel senso che non si traduce nell’entrata di una somma di denaro, ma nella disponibilità di beni strumentali che dovrebbero altrimenti essere acquisiti in altro modo, facendo ricorso ad altre forme di finanziamento.
La scelta dipende dai costi che comportano le due possibilità:
• L’acquisto dei beni strumentali origina per l’azienda il sostenimento di costi per gli interessi sul capitale investito e per le quote di ammortamento;
Il leasing determina il sostenimento di costi per i canoni di locazione ed eventualmente, alla scadenza, per il riscatto del bene.

Hai bisogno di aiuto in Economia & Ragioneria?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
I Licei Scientifici migliori d'Italia secondo Eduscopio 2017