Sapiens Sapiens 13861 punti

La fattura: diversi tipi

I principali tipi di fattura sono: la fattura provvisoria, la fattura definitiva, la fattura simulata, la fattura consolare, la fattura di deposito, la fattura per merci disposizione e la fattura proforma.
La fattura provvisoria viene compilata se, al momento della spedizione, non sono noti definitivamente tutti gli elementi necessari per determinare l’importo. Lo scopo è di rendere al venditore immediatamente esigibile il credito che egli può vantare verso l’acquirente. Infatti senza l’emissione della fattura, il creditore non potrebbe emettere alcuna tratta sul debitore. Essa diventa definitiva al momento del ritiro della merce.
La fattura definitiva può essere compilata dal compratore, debitamente autorizzato dal venditore, dal venditore, in funzione degli accordi presi, oppure anche da un’apposita agenzia, in base al quantitativo spedito come appare sul documento di trasporto o in base al quantitativo di merce giunto a destinazione, qualora il contratto rechi la clausola peso garantito a destino. Essa ha lo scopo di evidenziare la differenza a livello qualitativo e quantitativo esistenti fra le merci contrattate e quelle ricevute. Di conseguenza la fattura indicherà un debito residuo o un eventuale credito per il compratore.
La fattura simulata costituisce un vero e proprio preventivo. Essa è adoperata negli arbitraggi mercantili , quando il compratore ha bisogno di stabilire l’offerta che per lui è ogni volta più vantaggiosa.
La fattura consolare è rilasciata dall’ Autorità consolare dello stato importatore della merce e residente nel paese dell’esportatore. Essa attesta che il prezzo applicato è effettivamente quello corrente sul mercato d’origine.
La fattura di deposito è rilasciata quando la merce viene inviata per la vendita ad un rappresentante che dispone di un deposito.
La fattura per merci a disposizione viene emessa dal venditore che deve depositare la merce in un pubblico deposito quando il compratore non ha provveduto a ritirare le merci acquistate.
La fattura proforma è redatta dall’esportatore di merci e serve all’acquirente per ottenere da parte della banca il necessario finanziamento (= apertura di credito). Essa è molto simile alla fattura simulata.
Hai bisogno di aiuto in Economia & Ragioneria?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email