Ominide 11266 punti

La condizione di equilibrio del sistema economico aperto


Le esportazioni X costituiscono pertanto un aggiunta netta alla domanda di prodotti nazionali, mentre le importazioni Z determinano una riduzione della domanda domestica complessiva, dato che si rivolgono a beni prodotti all'estero.
Per tali ragioni, la domanda globale di beni e servizi prodotti all'interno di un sistema economico aperto a scambi con l'estero deve essere riscritta nella maniera seguente:
D = C+I+G+X-Z


La condizione di equilibrio del sistema economico rimane tuttavia ancora quella in base alla quale il prodotto interno lordo deve essere necessariamente uguale al livello della domanda aggregata, sulla base del principio keynesiano della domanda effettiva (Y=D).
Sostituendo la nuova espressione della domanda aggregata, secondo le modalità sopra definite, nella tradizionale condizione di equilibrio del reddito, quest'ultima potrà essere scritta nella maniera seguente:
Y=C+I+G+X-Z

dove il termine finale X- Z rappresenta il contributo netto del settore estero al livello dei reddito interno.

Tale contributo corrisponde al saldo delle partite correnti della bilancia dei pagamenti (PC)

Questa grandezza è particolarmente importante per due motivi: in primo luogo perché quando è positiva può permettere al livello del reddito interno di aumentare: in secondo luogo perché un suo squilibrio richiede di essere compensato in qualche modo tramite movimenti di capitale di entità e direzione opposta o variazioni delle riserve ufficiali o mutamenti del cambio.

Hai bisogno di aiuto in Economia & Ragioneria?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
I Licei Scientifici migliori d'Italia secondo Eduscopio 2017