Nyxante di Nyxante
Ominide 325 punti

La classificazione delle aziende secondo il fine


Le aziende possono essere classificate secondo diversi criteri: il fine, l'autonomia gestionale, la divisione e la natura giuridica del soggetto.

In base al fine le aziende si distinguono in:
-aziende di produzione: questo tipo di azienda attua una trasformazione economica-tecnica di beni e servizi da poi porre sul mercato in cambio di un compenso monetario, così da conseguire un guadagno (differenza fra il ricavo e i costi).
Le aziende di produzione vengono inoltre divise in:

    -azienda diretta: attuano una trasformazione materiale sul bene, partendo dalla materia prima e finendo il ciclo produttivo con un semi-lavorato o col prodotto finito;
    -azienda indiretta: non attuano una trasformazione materiale sul bene, ma nello spazio e nel tempo (un esempio sono le aziende di trasporti).

    Le aziende di produzione possono anche essere divise in base al settore su cui operano:
    -primario: agricoltura e allevamento;
    -secondario: industrie e estrazioni minerarie;
    -terziario: servizi;
    -quaternario: nuove tecnologie.


-aziende di consumo (o erogazione): questo tipo di aziende hanno come fine il soddisfacimento dei bisogni umani dei soggetti di cui sono composte.
Le fonti da cui esse ricavano beni e servizi possono essere il lavoro, le contribuzioni o un patrimonio.
Hai bisogno di aiuto in Economia & Ragioneria?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email