Macchina fotografica=occhio, come vediamola luce


La macchina fotografica=occhio.
Il funzionamento dell'occhio è simile a quello della macchina fotografica.
L'iride è il diaframma che regola la qualità della luce che attraverso la pupilla, entra verso la "camera oscura", costituita da sclera e coroide; la cornea e l'umore acqueo formano un sistema di lenti convergenti paragonabile all'obiettivo; il cristallino è la lente responsabile della messa a fuoco:
Grazie all'azione di alcuni muscoli, varia rapidamente la propria curvatura e permette all'immagine di formarsi sulla retina; le cellule della retina (coni e bastoncelli) registrano la luce in arrivo, come la pellicola o il sensore digitale.

Sintesi schematica


Pellicola o lastra impressionabile= retina.
Obiettivo= cristallino.
Diaframma= iride.
Fotografia= scrivere con la luce.
Fotosensibile= sensibile alla luce.

Un'immagine si forma su qualsiasi materiale fotosensibile, ovvero che reagisce alla luce.
Tutti i corpi emettono luce quando vengono portati a incandescenza.
La luce è un fenomeno elettromagnetico, emesso da un corpo radiante, che può essere artificiale o naturale. essa si propaga in modo ondulatorio, si distingue in qualità e quantità. la luce naturale è quella che da il bianco (flash), la luce artificiale è quella luce che non da il bianco (sole). Il sole diviene luce naturale solo dalle 11:00 alle 15:00 con un cielo senza nuvole, perché esse sono formate da goccioline d'acqua che fungono da filtro per il colore bianco, "trasformandolo" in azzurro.

La percezione della luce

la percezione della luce è divisa in:
-psicologica (falsa) poiché pensiamo che sia calda, quando fa freddo o associamo qualcosa alla sensualità o al calore;
-scientifica (vera) poiché si tratta di un fatto scientifico, ad esempio il sole quando è in tramonto la sua luce da il rosso, se ci pensiamo bene non da quel colore come al mezzogiorno.
In sintesi da 1300 °K la luce è fredda (rossa) da 5000°K la luce è blu (calda dai 10000°K la luce è violetta (uv) più che calda.
Noi percepiamo il colore così come è poiché il materiale assorbe tutti i colori tranne quello che vediamo.
Hai bisogno di aiuto in Architettura, Disegno e grafica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email