gio9567 di gio9567
Ominide 806 punti

Gli indici urbanistici

Gli indici urbanistici , vengono definiti come il limite massimo che non si deve assolutamente superare nell'ambito delle costruzioni.

Essi vengono classificati in :

- Volumetrici
- Superficiali
- Lineari

A loro volta, essi possono essere di due tipi :

- Indice di fabbricabilità fondiaria ( IFF ) se vengono utilizzati per fondi di proprietà

- Indice di fabbricabilità territoriali ( IFT ) se fanno riferimento ai piani di urbanizzazione

Nei volumetrici l'indice di edificabilità o di fabbricabilità si indica con la denominazione IF

es :
IF = 1,2 m^3/m^2
Superficie lotto 1800 m^2

volume ammissibile = Sl * IF = 1800*1,2 = 2160 m^3

Gli indici superficiali invece indicano l'indice di copertura o la copertura massima ammissibile. Essi vengono scritti o in percentuale o sottoforma di frazione

es : Icop 25 % Sl

Gli indici lineari invece fanno riferimento all'altezza massima, alle distanze dai confini e alle distanze da altri fabbricati. Solitamente la distanza dai confini è di cinque metri mentre tra fabbricati è di circa dieci metri.
Bisogna notare bene però che l'altezza massima viene considerata come quel segmento che va dal calpestio alla linea di gronda. Se vi è il marciapiede si parte dal marciapiede. Questo vale se l'inclinazione del tetto è minore o uguale del 35%. Se è maggiore del 35% si utilizzano i 2/3 della linea di gronda proiettata sulla verticale.

Gli indici urbanistici vanno rispettati tutti contemporaneamente cioè, se ad esempio ho un determinato volume e lo divido per l'altezza, ho il risultato dell'area che deve essere distribuito su uno o più piani purchè rispetti la distanza tra fabbricati e dai confini.

Hai bisogno di aiuto in Architettura, Disegno e grafica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email