Classificazione dei prodotti


In base alla vita: durevoli(acquisto speciale), semi durevoli(ad acquisto saltuario), non durevoli (ad acquisto frequente).
In base alla conoscenza: branded, un-branded, private, labels.
In base alla motivazione: funzionali (marca non importante), di prestigio (vedi stetno symbol)=> Io ho... ,
voluttuari (i profumi, vino, abbigliamento).

Una nuova classificazione


-convenience goods: prodotti poco coinvolgenti, poco costosi e poco disponibili;
-shopping goods: hanno costo elevato a ridotta frequenza d'acquisto;
-speciality goods: richiesta specifica altamente selettiva.
Attributi funzionali:
Prestazioni, assistenza posti vendita)
Il prodotto si compone di: attributi psicologici (stile, marchio, l'immagine) attributi fisici (forme, materie prime, colore, confezione) Performance.

Ciclo di vendita del prodotto


Ricavo delle vendite e tempo (mesi o anni):
Introduzione, lancio: tanto a.d.v. o rischio;
Sviluppo: più vendita, profitti e distribuzione;
Maturità: vendite a.d.v.;
Rivitalizzazione: attraverso un restailing;
Declino: profitti a.d.v. concorrenza prezzi.

Matrice di Boston o Boston box
Tasso di crescita – Quote di mercato
(opssibilità - quante vendite più fare)
-Question Mark: in fase di lancio buone possibilità.
-Star: prodotti in crescita, forti investimenti e ritorni.
-Dog: prodotti negativi, in declino.
-Cash Couw: prodotti maturi, bassa probabilità di crescita (senza investire).

Hai bisogno di aiuto in Architettura, Disegno e grafica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email