Ominide 1144 punti

Le ceramiche

Sottoponendo a cottura gli impasti essiccati di argilla si ottengono prodotti chiamati ceramiche, di aspetto e caratteristiche differenti.
A seconda della cottura a cui vengono sottoposte, le ceramiche possono essere:
-A pasta porosa come i laterizi
-A pasta compatta come la porcellana e le monocotture.


L'argilla

La materia prima fondamentale è l'argilla, una roccia sedimentaria incoerente, il cui componente fondamentale è il caolino. Le impurità da essa contenute sono costituite da ossidi di ferro, che determinano il colore rossastro dei laterizi.
Le argille si differenziano in argille grasse e argille magre a seconda del maggiore o minore contenuto di sabbia. Le prime tendono a ritirarsi durante l'essiccamento e la cottura. Per evitare ciò si occorre ad additivi detti smagranti come la sabbia silicea e chamotte(polvere di laterizio finemente macinata).

Le proprietà principali delle argille sono la plasticità, la composizione granulometrica e la temperatura di rammollimento.
La plasticità: è l'attitudine degli impasti a essere facilmente deformabili e modellabili;
La composizione granulometrica: rappresenta la distribuzione delle singole particelle.
In base alla temperatura di rammollimento le argille si distinguono in fusibili, vetrificabili e refrattarie.

Hai bisogno di aiuto in Architettura, Disegno e grafica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email