Ominide 14352 punti

Svalutazione e stagflazione


Un'altra causa, con effetti simili ai precedenti, è l'inflazione generata da una svalutazione del cambio. Come sappiamo, l'effetto di una svalutazione del cambio con le altre monete porta a un rincaro di tutte le importazioni. Pertanto gli effetti sui costi di produzione delle imprese sono del tutto identici a un aumento dei prezzi delle materie prime anche se le imprese potrebbero avvantaggiarsi sul versante delle esportazioni diventate, proprio a causa della svalutazione, maggiormente competitive sul mercato internazionale. Per concludere, possiamo fare un'ultima osservazione: finora abbiamo analizzato separatamente le possibili cause dell'inflazione, ma nella realtà molto spesso il fenomeno è il risultato della concorrenza di più fattori che si alimentano a vicenda. Non solo, ma se fino alla "grande depressione" l'inflazione era riscontrata nelle fasi di ascesa del ciclo, oggi la si incontra anche in momenti di crisi e di depressione, rendendo ancora più complicato il contesto sociale: ai problemi di redistribuzione selvaggia del reddito si associano quelli della disoccupazione. Tale fenomeno è chiamato stagflazione e forse la più grave si è verificata negli anni settanta dopo la cosiddetta più del petrolio".

Calcolare il tasso di inflazione non è facile se pensiamo alla quantità di merci e di servizi di cui dispone un sistema economico e ai differenti prezzi di vendita: quelli all'ingrosso, quelli al dettaglio ecc. Non tutti i beni hanno la stessa importanza e soprattutto non tutti interessano i medesimi consumatori (per esempio un aumento dei canoni di locazione del 20% peserà su un numero consistente di famiglie, quelle che non dispongono di casa propria, mentre un aumento del 20% degli aerei da turismo avrà un peso inferiore relativamente alla percentuale assai bassa di famiglie interessate a questo bene). È quindi necessario, per il colo del tasso di inflazione tenere conto di queste differenze, ponderando gli aumenti dei prezzi dei beni e dei servizi considerati con le rispettive quantità scambiate. I centri di statistica (per esempio I Istat) calcolano il tasso di inflazione confrontando il livello generale dei prezzi relativi a un certo intervallo temporale (su base mensile, trimestrale, annua). Il livello generale dei prezzi è la media ponderata dei prezzi dei beni considerati in un dato periodo.

Hai bisogno di aiuto in Diritto?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email