Ominide 914 punti
Questo appunto contiene un allegato
Stato - elementi costitutivi scaricato 15 volte

Lo stato: elementi costitutivi


Lo Stato è un territorio delimitato da confini su cui vive stabilmente un popolo governato da un proprio apparato sovrano.

un territorio delimitato da confini,

un popolo che vi risieda stabilmente,

un apparato che eserciti la sovranità, cioè il potere di comando, su quel
popolo e su quel territorio.


Il fondamento della “sovranità”

Sovranità significa superiorità e lo Stato è sovrano perché si pone in una posizione di superiorità rispetto a qualsiasi altro soggetto presente sul territorio.

La forza dello Stato si può abbattere solo con la rivoluzione o con il colpo di Stato.

La rivoluzione si configura come il tentativo, da parte del popolo, di abbattere
in modo violento il potere statale.

Il colpo di stato, o golpe, è invece il sovvertimento illegittimo
dell’ organizzazione costituzionale da parte di un organismo dello Stato stesso.

L’ indipendenza e l’ originarietà dello Stato

L’indipendenza consiste nell’ assenza di subordinazione a norme emanate da altri Stati o da organizzazioni sovranazionali.

Originarietà dello Stato significa che questo non deriva i suoi poteri da un’ autorità esterna, ma dalla sua forza.

Il territorio dello Stato

Il territorio è lo spazio, delimitato da confini, all’ interno del quale lo Stato esercita la propria sovranità.

Esso comprende:

- la terraferma;
- le acque territoriali;
- lo spazio aereo che sovrasta la terraferma e le acque territoriali;
- il sottosuolo, sia terrestre che marino.

Il popolo di uno Stato


Il popolo di uno Stato è composto dall’ insieme dei suoi cittadini, cioè da quelle persone alle quali è riconosciuta la cittadinanza.


Essa comporta l’ attribuzione di una complessa serie di diritti e di obblighi che solo in parte possono estendersi agli stranieri e agli apolidi.
Stranieri sono i cittadini di altri Stati.
Apolidi sono le persone che si trovano prive di ogni cittadinanza.

In generale la cittadinanza si può acquistare:

- per discendenza,

- per diritto di suolo.


La cittadinanza italiana si acquista:

- per discendenza: è italiano chi abbia uno o entrambi i genitori italiani;

- per nascita sul territorio: è italiano chi sia nato in territorio italiano se entrambi i genitori sono apolidi o ignoti;

- per adozione: diventa italiano il cittadino straniero adottato da un cittadino italiano;

- per prolungata residenza: può avanzare richiesta chi abbia risieduto regolarmente nel nostro territorio per almeno:
10 anni, se straniero extracomunitario; 5 anni, se apolide o rifugiato politico; 4 anni, se cittadino dell’ Unione europea.

- per matrimonio;

- per decreto.

Hai bisogno di aiuto in Diritto?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email