Ominide 6606 punti

Le funzioni delle Regioni

Regioni a statuto speciale e ordinario

Tra gli enti territoriali, la posizione di maggior rilievo è conferita alle Regioni, che sono venti, come elencato all'art. 131 Cost. Cinque godono di un'autonomia speciale per le loro particolarità di carattere territoriale, linguistico o economico.
Ogni regione ha uno statuto che, in armonia con la Costituzione, detta le sue norme di organizzazione e di funzionamento. Lo statuto è approvato dal Consiglio regionale e puo' essere sottoposto a referendum "qualora entro tre mesi dalla sua pubblicazione ne faccia richiesta un cinquentesimo degli elettori della Regione o un quinto dei componenti il Consiglio regionale" (art. 123 Cost.).
Le cinque regioni autonome hanno uno statuto speciale approvato con legge costituzionale che, oltre a contenere le norme di organizzazione, prevede anche le maggiori condizioni di autonomia di cui esse godono.


L'autonomia delle Regioni

Le Regioni sono enti territoriali dotati di autonomia:

• statutaria, in quanto possono adottare un proprio statuto per regolare le materie e le funzioni non disciplinate direttamente dalla Costituzione;
• di indirizzo politico, poiché rappresentano e garantiscono gli interessi delle rispettive comunità e stabiliscono le finalità delle proprie azioni;
• legislativa, cioè possono emanare leggi con efficacia limitata al territorio regionale e con valore di fonti primarie nelle materie non espressamente riservate allo Stato dall'art. 117 Cost.;
• amministrativa, in quanto gestiscono la propria struttura amministrativa e la regolano con propri atti;
• finanziaria, cioè possono disporre di entrate e di potere di spesa, nei limiti sanciti dalla Costituzione; nelle materie di competenza, le Regioni possono istituire tributi propri.

Hai bisogno di aiuto in Diritto?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email