Ominide 8291 punti

Legge morale e diritto secondo Kelsen


Kelsen spiega il motivo per cui il diritto è diverso dalla morale. Per fare ciò, egli analizza la differenza tra un ordinamento normativo statico e un ordinamento giuridico dinamico.
Il diritto è tipicamente un ordinamento giuridico dinamico poiché, affinché una norma inferiore sia valida, è necessario che essa sia prodotta da un soggetto, il quale la crea servendosi di una norma giuridica superiore. Rifacendosi allo storicismo, Kelsen considera la realtà umana perennemente mutevole e determinabile: dato che le norme sono sempre poste in essere dall’uomo (quindi da un soggetto in continuo cambiamento) sono esse stesse dinamiche e dunque in evoluzione.
Gli ordinamenti normativi morali, però, sono sempre statici: le imposizioni morali non sono soggette a mutamenti (uccidere è stato, è e sarà sempre sbagliato). La morale è immutabile: come asseriva Kant, essa è universale. La morale, dunque, è un insieme razionale di principi uguali per tutti gli esseri umani. Essendo immutabile, la morale costituisce un ordinamento statico. Una prescrizione morale, infatti, non richiede la creazione di una nuova norma, bensì esclusivamente una specificazione di un principio generale. Consideriamo, ad esempio, il principio morale secondo cui è vietato uccidere gli innocenti. Da questa norma morale generale è possibile dedurre che è vietato uccidere i bambini (in quanto innocenti). Quest’imposizione deriva da una norma morale generale, dalla quale è possibile desumere una specificazione senza creare una nuova norma.
Nell’ambito della concezione giuridica di Kelsen, inoltre, è fondamentale operare una distinzione tra norme di condotta e norme di competenza. Kelsen considera il potere talmente necessario al punto da definire la norma giuridica presupposta una norma di competenza: essa, infatti, riconosce ai costituenti il potere di redigere la costituzione.
Dunque, mentre le norme di condotta impongono degli obblighi, le norme di competenza regolamentano l’attribuzione del potere e le modalità concrete tramite cui esso deve essere esercitato.
Hai bisogno di aiuto in Diritto?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email