Imprenditore C.C. 2082

Art.2082 Codice Civle:
E' colui che esercita professionalmente un'attività economica organizzata al fine della produzione o lo scambio di beni e servizi.

1)"E' colui che esercita professionalmente"
-L'attività d'impresa viene svolta in modo sistematico e abituale (non in modo pedissoquo)
Può essere svolta anche parzialmente durante l'anno, ma costante durante gli anni.
> Non è detto che sia il lavoro principale dell'imprenditore, per es. Se un soggetto che fa l'insegnante nella scuola pubblica al mattino, apre una scuola privata per il pomeriggio, diventa imprenditore.
> Non da luogo all'esercizio di un'impresa il compimento di un singolo atto produttivo o anche di più atti produttivi ma non collegati tra loro.

2)"Un' attività economica"
-L'attività in cui sostengo dei ricavi per coprire i costi.

Non è a titolo gratuito ma a titolo oneroso.
Secondo la giurisprudenza è suffciente che un'impresa abbia un' obbiettiva economicità: cioè che non è in partenza già destinata a operare in perdita.

3)"Organizzata"
L'attività è caratterizzata dalla combinazione dei fattori produttivi sia personali (lavoro,dipendenti...) sia reali (capitale...);
però l'organizzazione non è essenziale per es. il mediatore è un imprenditore che non combina i fattori produttivi ma genera lo scambio.

4)Obbiettivo finale è la produzione o lo scambio di beni e servizi.


L'imprenditore svolge dunque un'attività che deve essere destinata a soddisfare i bisogni di altre persone e richiede uno scambio (per es l'autoconsumo non è una di queste attività).

Solitamente un imprenditore eservita l'attività di produzione o scambio con uno scopo di lucro. Però per alcuni soggetti imprenditori non è necessario raggiungere un profitto in quanto è sufficiente realizzare dei ricavi che comprano interamente i costi.
Non hanno scopo lucrativo le associazioni, le imprese pubbliche e le societa mutualistiche.

Hai bisogno di aiuto in Diritto?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email