Ominide 6603 punti

La giurisdizione ordinaria


La giurisdizione ordinaria si ripartisce in due settori: quello penale, relativo ai reati contestati dal pubblico ministero a un determinato soggetto, e quello civile, diretto alla tutela contro le violazioni dei diritti soggettivi nei rapporti tra privati o tra questi e la Pubblica amministrazione.
Il giudizio penale è promosso dal pubblico ministero per conto dello Stato, che intende proibire determinati comportamenti definiti reati, contrari al bene e alla sicurezza collettivi.
Il giudizio civile, invece, puo' essere promosso da qualunque soggetto, definito attore, nei confronti di un altro soggetto, definito convenuto.
I procedimenti penali e civili sono disciplinati da norme di diritto pubblico contenute rispettivamente nel Codice di procedura penale e in quello di procedura civile.


Gli organi giurisdizionali ordinari


La giurisdizione penale e civile è esercitata da giudici professionali, selezionati per pubblico concorso, e da giudici onorari:

• il giudice di pace, un magistrato onorario presente nei Comuni di maggiore importanza, è nominato dal CSM fra ex magistrati, avvocati, notai, insegnati di materie giuridiche che presentino determinati requisiti personali e culturali; ha competenze per le cause civili di minor valore (questioni condominiali, di vicinato, incidenti automobilistici non gravi ecc.) e per i reati minori (percosse, lesioni non gravi ecc.);

• il Tribunale, formato da un solo giudice (composizione monocratica) o da più giudici (composizione collegiale) per le materie più complesse; ha competenze civilie penali più ampie in qualità di giudice di primo grado ed è organodi appello contro le sentenze del giudice di pace;
• la Corte d'appello, composta da 3 magistrati, è giudice di secondo grado in materia civile e penale contro le sentenze del Tribunale; la sua competenza di solito si estende al territorio della Regione;
• la Corte d'assise, un organo collegiale composto da 2 magistrati ordinari (togati) e 6 giudici popolari; è giudice di primo grado per i reati più gravi, punibili con pene superiori a 24 anni di reclusione, come omicidi, atti di terrorismo, stragi, associazione per delinquere di stampo mafioso ecc.;
• la Corte d'assise d'appello, composta anch'essa da 8 giudici, di cui 2 togati e 6 popolari; si esprime come giudice di secondo grado contro le sentenze della Corte d'assise;
• la Corte di cassazione, che ha competenza sia penale sia civile come tribunale di ultima istanza. Le sue sentenza sono definitive.

Hai bisogno di aiuto in Diritto?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email