Ominide 13147 punti

La Carta UE non esclude la donazione degli organi, a scopo di trapianto, successivamente alla morte; anzi tale pratica deve essere incoraggiata. La donazione, però, incontra ancora resistenze, che si annidano nella nostra paura di affrontare il tema della morte. A questo proposito in Italia la normativa è stata completamente modificata da una legge del 1999, relativa al prelievo di organi e tessuti. Prima del 1999 bisognava esplicitamente autorizzare la donazione dei propri organi dopo la morte, e questo avveniva raramente. Invece la legge del 1999 prevede la possibilità del "silenzio-assenso": l'autorizzazione alla donazione degli organi si considera concessa, se non c'è una dichiarazione contraria fatta prima della morte. In particolare, dal 1999 ogni cittadino italiano maggiorenne possiede una tessera (Dichiarazione di volontà sulla donazione di organi e tessuti), dove sono presenti le seguenti parole: "Dichiaro di voler donare i miei organi e tessuti dopo la morte a scopo di trapianto" e solo un "no", con firma, su tale tessera si può impedire l'espianto dopo la morte. Tutto risolto? Purtroppo no. Se oggi un potenziale donatore muore senza aver indicato la propria volontà, un familiare può presentare opposizione scritta all'espianto degli organi. Come è possibile? A bloccare la concreta attuazione del "silenzio-assenso", è la mancata creazione di una banca dati nazionale, che dovrebbe contenere la posizione di tutti i cittadini (assenso, dissenso, silenzio-assenso). La legge del 1999 prevede infatti che il silenzio di un potenziale donatore equivale ad assenso all'espianto solo se il donatore è stato in precedenza informato dei suoi diritti e non ha comunicato la propria volontà. In assenza di questa banca dati, una norma transitoria della legge del 1999 afferma che spetta ai familiari interpretare e riferire la potenziale volontà del donatore: di fatto siamo ritornati al punto di partenza.

Hai bisogno di aiuto in Diritto?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email