Ominide 564 punti

Cos'è la disoccupazione


La disoccupazione volontaria: Sono coloro che scelgono di non lavorare perché ritengono il compenso inadeguato o il lavoro non corrisponde alle loro aspettative.
La disoccupazione involontaria: Sono persone che sarebbero disposte a entrare nel mondo del lavoro e accetterebbero qualsiasi salario, ma gli imprenditori non hanno necessità di impiegarli.
Per porre rimedio a questo lo Stato interviene con investimenti pubblici o misure di politica economica.
La disoccupazione strutturale: si verifica quando la domanda di lavoro richiede una determinata professionalità che manca ai lavoratori per cui è necessario procedere ad un riequilibrio del mercato. La domanda e l’offerta sono distribuite sul territorio in maniera disuguale. Dipende da uno sviluppo disomogeneo del sistema economico.
La disoccupazione tecnologica: in seguito all’introduzione di nuove tecnologie si verifica una riduzione dei posti di lavoro e l’espulsione di alcuni lavoratori.
La tutela dei disoccupati: al fine di attuare i disagi esistono gli ammortizzatori sociali, un sistema di tutela con funzioni assistenziali e previdenziali, Tra gli ammortizzatori ha una rilevanza particolare l’assicurazione obbligatoria contro la disoccupazione volontaria. Ma per far fronte alle difficoltà provocate dalla disoccupazione sono previsti anche altri tipi: cassa integrazione guadagni, lavori socialmente utili.
Hai bisogno di aiuto in Diritto?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email