Video appunto: Diritto generale e diritto speciale

Diritto generale e diritto speciale



Le norme che prendono in considerazione specifiche condizioni, come ad esempio quella di proprietario, di creditore o di debitore, di coniuge, di genitore e così via, sono dette norme di diritto comune o generale.
In esse chiunque può, almeno in astratto, venirsi a trovare.
Sono, invece, di diritto speciale le norme con limitato grado di generalità ed astrattezza: esse delimitano la serie dei soggetti cui si rivolgono o dei fatti cui si riferiscono, sottraendoli all'applicazione del diritto generale. Riguardano specifiche categorie professionali, specifiche situazioni sociali o temporali o locali: sono pur sempre norme generali ed astratte, ma questo loro carattere è circoscritto entro la serie di soggetti o di fatti cui si riferiscono.

La sovranità dello Stato si può dire, in prima approssimazione, che è la fondamentale forma di organizzazione politica della convivenza umana: la società del nostro tempo si presenta, essenzialmente, come una società frazionata in una pluralità di Stati, ciascuno dei quali esercita la propria sovranità su un dato territorio e sulla collettività in esso stanziata.
Nella sovranità è l'essenza di questa forma di organizzazione politica: essa è il potere originario, ossia non derivante da alcun superiore potere, di governare un determinato territorio, la originaria potestà di imperio, o di comando, su quanti vi si trovano.