Eliminato 163 punti

Canto I - Paradiso


Exordium vv. 1-36


• Propositio vv. 1-12
o Rappresenta la gloria di Dio che non investe in modo uniforme tutti i cieli
o Circoscrive il luogo (“fu’ io” nell’Empireo)
o Limite di Dante di raccontare la sua esperienza (Prima confessione di inadeguatezza)
o Definizione della materia: la sua esperienza così come Dante la ricorda
• Invocatio vv. 13-36
o Invocazione ad Apollo
o Necessità di aiuto più alto rispetto alle sole Muse
o Esempio mitico di Marsia (…entra in me con quella potenza con cui scuoiasti Marsia…)
o Invocazione alla virtù divina (se aiuterà Dante a descrivere la vaga immagine del suo viaggio rimasta impressa nella sua memoria, vedrà Dante incoronato poeta)
o Tema dell’alloro (simbolo della gloria poetica, ma anche politica, non ricercata dai contemporanei a Dante)
o L’esempio di Dante ispirerà forse altri ad imitarlo --> tema dell’imitazione vicino a San Francesco (l’amore genera pensieri santi e porta all’imitazione - CANTO XI)
Sguardo di Beatrice e Dante nel sole vv. 37-66
• Descrizione della circostanza temporale (mezzogiorno)
• Beatrice fissa il sole
• Dante guarda Beatrice e riesce a guardare il sole
• Dante non riesce a fissare lo sguardo nel sole per molto e torna a guardare Beatrice
• Esempio mitico di Glauco (…provai una sensazione simile a quella di Glauco quando si trasformò in una divinità marina…)
Dante “trasumanato” vv. 67-84
• Dante dà un nome a questa esperienza: “trasumanar” (uscire dai limiti umani grazie all’esperienza della totale armonia dell’universo)
• Dubbio di Dante: non sa se al momento dell’ascesa al Paradiso sia solo anima o anche corpo (Spiegazione data alla fine del XXXIII --> Anima e corpo)
• Problema dell'armonia e del gran lume perché Dante li percepisce (ipotesi critiche se Dante sente effettivamente una musica o sia solo un moto interiore del suo animo)
Prima lezione dottrinale - Beatrice --> Ordine dell'universo vv. 85-142
• Primo dubbio: dove si trova Dante --> Stanno volando verso il primo cielo
• Secondi dubbio: perché Dante, pur con il peso del suo corpo mortale, riesce a volare
o Lezione sull'ordine dell'universo: tutto nell’universo ha un suo luogo naturale e Dante è indirizzato verso l’alto (verso l’Empireo) da quest’ordine provvidenziale
o Tuttavia è possibile che la materia si allontani da quest’ordine provvidenziale, non essendo talvolta disposta a comprenderlo. Lo stesso accade anche all’uomo che, pur essendo naturalmente indirizzato verso il bene, può rivolgersi altrove
o Perciò Dante non si deve stupire di volare in cielo, ma avrebbe dovuto farlo qualora fosse rimasto in terra
Hai bisogno di aiuto in Paradiso?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email