Primo anno di università non ho dato esami! Cosa fare?

Paolo Ferrara
Di Paolo Ferrara
Primo anno di università non ho dato esami

Dopo l’Esame di Stato, l’arrivo all’università potrebbe essere stato traumatico per molti studenti, soprattutto per chi era abituato alla scuola, alle dinamiche di classe, ai compiti per la casa o alle interrogazioni. Come forse avrai già constatato, la scansione delle giornate, rispetto alla scuola, è molto diversa. Adesso sei tu a scegliere come riempire il tempo e conciliare le ore di lezioni con tutte le altre attività extra didattiche, tra hobbies e vita sociale.
I primi tempi può capitare, però, di non riuscire a rispettare tutti i piani o di non dedicare molto tempo allo studio. Cosa fare se durante il primo semestre non si danno esami? Ecco cosa bisogna fare per superare questo periodo di crisi e dare il meglio.

Guarda anche


Primo anno di università e non ho dato esami: come recuperare


Le lezioni del secondo semestre stanno per iniziare (c’è già chi sta nelle aule universitarie) e quella consapevolezza tormentosa di non aver dato esami durante il primo semestre si sta già facendo sentire. Questo turbamento, però, non deve essere il freno per arrendersi ma la spinta che ti incoraggia a fare sempre meglio e rimediare agli errori del passato. Essere consapevoli di non aver dato il massimo è già un punto di partenza, adesso servono consigli e tanta voglia di ricominciare. Ecco dei consigli pensati a posta per te!

  • Segui uno stile di vita sano: prima ancora di consigliarti di andare a lezione e seguire con attenzione, è doveroso ricordare che l’attenzione è determinata da diversi fattori: stile di vita sano ed alimentazione equilibrata, giuste ore di sonno e nessuna distrazione tecnologica! Insomma, andare a lezione non significa solo uscire da casa e sedersi in un’aula, ma anche seguire e partecipare attivamente!


  • Segui le nuove lezioni: parti con il piede giusto e inizia a frequentare le nuove lezioni del secondo semestre. Quando sei in aula abbandona qualsiasi distrazione e pensa solo a seguire e prendere appunti. Potresti scrivere le cose più importanti su un quaderno o sul pc o creare delle mappe concettuali sul momento per fissare i punti e i concetti più importanti. Siamo sicuri che frequentare gli ambienti universitari ti motiverà a studiare e a rimuovere le tensioni create in passato.


  • Organizza lo studio: in questo periodo devi impegnarti di più e cercare di recuperare gli esami non fatti in passato. Confrontandoti con i colleghi che hanno già sostenuto gli esami potresti sceglierne alcuni del primo semestre da sostenere durante la sessione estiva! È consigliabile, dunque, creare un vero e proprio planner nel quale organizzare lo studio delle diverse materie nei vari mesi. Attenzione, non devi studiare tutti i libri contemporaneamente! Potresti fissare degli obiettivi con i libri da studiare nei prossimi mesi.


  • Chiedi aiuto: se alcuni concetti non ti sono chiari o hai dubbi su alcuni argomenti, non esitare a chiedere aiuto. Insomma, non sempre si riesce a fare tutto da soli! Contatta dei colleghi che hanno già sostenuto l’esame o rivolgiti ai docenti prenotando una visita durante l’orario di ricevimento.


  • Skuola | TV
    World AIDS Day: le cose da sapere e i falsi miti da sfatare | School of Love Digital Tour

    Se hai dubbi legati all’AIDS, alla diffusione tra gli adolescenti e a dove eseguire il test per capire se sei stato contagiato, allora non puoi perdere questo appuntamento. Un’esperta in educazione sessuale, risponderà a tutte le tue domande!

    1 dicembre 2020 ore 16:15

    Segui la diretta