Allo01 di Allo01
Ominide 26 punti

Titolazioni

Le titolazioni sono metodi di ricerca analitica. Esse fanno parte delle analisi volumetriche, e vengono utilizzate per trovare il titolo (concentrazione) di una soluzione titolata sfruttandone un’altra detta titolante. La soluzione titolante viene messa dentro a una buretta, mentre la soluzione titolata viene messa in un contenitore insieme ad un indicatore o un elettrodo e posto sotto la buretta. Il titolante viene fatto scendere lentamente, fino al punto di equivalenza, dove la soluzione vira (cambia colore). Nel contenitore, mentre scende la soluzione titolante, avvengono reazioni chimiche. Queste devono essere:
- Veloci
- Complete
- Con stechiometria esatta
- Devono far variare un valore rilevabile (pH, potenziale elettrochimico...)
Le titolazioni possono essere di 4 tipologie principali:
- Acido-base
- Redox
- Per precipitazione
- Complessometriche

Curva di titolazione

Quando viene aggiunta la prima goccia di titolante inizia a variare il valore rilevabile della soluzione. Si può costruire una curva con i valori della soluzione ottenuti dopo l’aggiunta di ogni goccia di titolante. La curva assumerà un aspetto simile a questo. Grazie a questa curva sappiamo come varia il pH della soluzione dopo l’aggiunta del titolante.


Procedimento comune per tutte le titolazioni:
1) Avvinare la buretta col titolante.
2) Riempire la buretta col titolante.
3) Porre la soluzione da titolare in un becher o in una beuta.
4) Aggiungere l’indicatore o inserire l’elettrodo.
5) Porre il contenitore sotto la buretta.
6) Aprire la buretta e far scendere il titolante goccia a goccia sotto agitazione.
7) Arrivati al punto di equivalenza chiudere il rubinetto e leggere il volume di titolante consumato. Quindi
eseguire gli opportuni calcoli.

Calcoli (titolazioni acido-base)

Nel caso di acidi e basi si può utilizzare questa formula per il calcolo degli equivalenti contenuti nella soluzione.
N1V1=N2V2
Al punto di equivalenza infatti sappiamo che gli equivalenti della base sono uguali a quelli dell’acido.
Se l’acido forte e la base forte hanno z uguale a uno (quindi N=M), si può usare questa formula:
M1V1=M2V2
Hai bisogno di aiuto in Inorganica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te