Bannato 1011 punti

Il legame ionico

Si forma un legame di tipo ionico quando la differenza di elettronegatività tra gli atomi è molto alta, in genere superiore a diciannove.
In questo caso tra i due atomi avviene un trasferimento di elettroni: l'atomo più elettronegativo acquisisce l'elettrone dell'altro e diventa ione negativo; l'atomo che lo perde, diventa invece ione positivo.
L'attrazione che si stabilisce tra gli ioni di segno opposto determina la formazione del legame ionico.
L'esempio più comune di composto ionico è il sale da cucina.
E' raro che tale legame si formi tra due atomi, infatti per andare a costituire il cristallo di sale sarà necessario un grande numero di numero di sodio e di cloro.

Bilancio energetico

Quando una mole di atomi di sodio e di cloro allo stato gassoso, si scambiano l'elettrone è necessario fornire centoquarantacinque kj di energia; infatti l'energia necessaria a ionizzare gli atomi di sodio è superiore a quella liberata dagli atomi di cloro.

Successivamente l'aggregazione degli atomi sodio e cloro nel cristallo comporta la liberazione di 747 kj. Complessivamente vengono liberati 642 kj di energia; il cristallo di cloruro di sodio è allora molto più stabile degli atomi di sodio e di cloro isolati. I metallo del primo, secondo e terzo gruppo con uno, due e tre elettroni elettroni esterni diventano ioni.

Hai bisogno di aiuto in Inorganica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email