Ominide 11269 punti

Che cosa è una formula chimica

Nel elenco dei più comuni elementi esistenti in natura troviamo accanto al loro nome una sigla, che si chiama simbolo e che indica un atomo dell’elemento. Il simbolo è formato dalla lettera iniziale del nome latino o latinizzato degli elementi. Per evitare confusione quando due elementi cominciano con la stessa lettera, quello più anticamente noto porto solo la lettera iniziale, mentre gli altri fanno seguire da un’altra lettera (minuscola) della stessa parola. Ad esempio l’Idrogeno, il Mercurio e l’Elio cominciano con la stessa lettera H. Si usa il simbolo H per l’Idrogeno, il simbolo Hg per il Mercurio, ed il simbolo He per l’Elio.
Se in un recipiente trovate un’etichetta con la scritta NaCl quella scritta indica Cloruro di Sodio, cioè il comune sale di cucina. E H2O quale sostanza indica? L’acqua, che è appunto unione intima di due atomi di Idrogeno con uno di Ossigeno. Le due scritte (NaCl e H2O) sono formule chimiche, una specie di tenografia mediante la quale si possono rappresentare con brevità e chiarezza atomi e molecole sei corpi.

La formula chimica ci dice principalmente due cose: quali elementi formano un corpo e quanti atomi di ogni elemento sono contenuti in una molecola di un dato corpo. Così, ad esempio, la formula del sale di cucina indica che la molecola è formata da 1 atomo di Sodio e da 1 atomo di Cloro. L’anidride carbonica ha la formula CO2, che significa che una molecola di questa sostanza è formata da 1 atomo di Carbonio e da 2 atomi di Ossigeno. L’acido solforico ha la formula H2SO4, e ciò significa che una molecola di questa sostanza contiene 2 atomi di Idrogeno, 1 di Zolfo e 4 di Ossigeno.

Hai bisogno di aiuto in Inorganica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Maturità 2018: date, orario e guida alle prove