Elettronegatività e polarità

Elettronegatività
Definizione qualitativa: capacità di un atomo in una molecola di attrarre a sé gli elettroni di legame
Scala di Mulliken
Scala di Pauling (basata sulle energie di legame)
È una proprietà periodica:
Aumenta lungo il periodo
Diminuisce lungo il gruppo

Elettronegatività e polarità

Molecole biatomiche omonucleari-->stessa elettronegatività-->baricentro delle cariche positive coincide con il baricentro delle cariche negative-->legame covalente non polare
Molecole biatomiche eteronucleari-->la differenza di elettronegatività provoca uno sbilanciamento delle cariche→ cariche parziali-->Dipolo elettrico (legame covalente polare)

Momento dipolare (μ)
μ = q x d
Dove:
d=distanza tra i baricentri delle cariche

q=carica

Molecole poliatomiche
In questi casi il dipolo della molecola risulta dalla composizione vettoriale dei singoli dipoli di legame
Se il vettore ha un valore finito→molecola polare
Se il vettore è nullo→molecola apolare

Numero di ossidazione
Carica immaginaria che risulta su un atomo quando si sono attribuiti gli elettroni di legami all’atomo più elettronegativo
Regole:
Stato elementare n.o=0
O nei composti n.o= -2 (tranne quando legato a F o nei perossidi: n.o= -1)
H legato a non metalli: n.o= +1
H legato a metalli: n.o= -1
F in tutti i composti: n.o= -1
Elementi del 1° gruppo nei composti: n.o= +1
Elementi del 2° gruppo nei composti: n.o = +2
Alogeni n.o= -1
Specie neutra: sommatoria dei n.o = 0
Ioni: sommatoria dei n.o = carica della specie
N.o massimo di un elemento = numero del gruppo

Hai bisogno di aiuto in Inorganica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email