Eliminato 146 punti

Relazione - Elettrolisi

Scopo: capire cos’è e come avviene l’elettrolisi.

Materiali

- Becker;
- Provette;
- Supporto con morsetti;
- Generatore;
- Acqua;
- Cloruro di sodio;
- Indicatore universale;
- Elettrodi;
- Bacchetta.

Procedimento

Riempire un becker di acqua di rubinetto, aggiuncerci 10 ml di cloruro di sodio e qualche goccia di indicatore universale fino a che la soluzione non prenda un colore abbastanza deciso. Mescolare con una bacchetta. Versare il contenuto del becker in due provette riempiendole fino all’orlo. Aggiungere dell’acqua nel becker se si è svuotato troppo. Capovolgere le provette all’interno del becker cercando di non far entrare bolle d’aria. Sorreggere le provette con i morsetti. Inserire i due elettrodi nelle due provette e collegarli al generatore. Accendere il generatore mettendo la potenza al massimo. Aspettare la reazione.

Osservazioni e dati

Elettrodo nero : polo negativo.
Elettrodo blu : polo positivo.
In una delle due provette la reazione sembra avvenire più velocemente e col passare del tempo prende una colorazione bluastra. Nell’altra provetta invece, la reazione avviene più lentamente e il colore è tendente al giallo-arancio.

Conclusioni

L’elettrolisi è un fenomeno che, attraverso la corrente elettrica, fa avvenire una reazione non spontanea. In questo caso il generatore pompa elettroni in senso opposto.
Il cloruro di sodio serve a velocizzare la reazione.
Ciò che si forma dalla reazione sono l’idrogeno e l’ossigeno. Nella provetta nella quale è inserito l’elettrodo nero, il polo negativo attrae gli ioni H⁺. Qui la reazione avviene più velocemente perchè il volume di idrogeno è il doppio di quello dell’ossigeno, in quanto il numero di moli di idrogeno che si forma è il doppio rispetto all’ossigeno. Nella seconda provetta invece, gli ioni O²¯ sono attirati dal polo positivo.
Le varie colorazioni dipendono dall’indicatore universale.

Hai bisogno di aiuto in Inorganica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email