Video appunto: Acidi carbossilici e esteri

Acidi carbossilici Gli acidi carbossilici sono caratterizzati dal gruppo: cooh



Quando gli acidi carbossilici presentano più di 10 carboni sono chiamati acidi grassi. Nomenclatura: il nome tradizionale degli acidi carbossilici deriva dalla fonte dalla quale sono stati isolati per la prima volta; il nome IUPAC utilizza il suffisso -oico.

N.B.: quando un gruppo carbonilico è in α, gli acidi carbossilici si chiamano chetoacidi. Gli acidi carbossilici possono presentare più di un gruppo carbossilico come l’acido succinico (acido butandioico). Possono presentare poi doppi legami, ne è un esempio l’acido butendioico il cui nome comune è acido maleico se è in forma cis o acido fumarico se è in forma trans. Gruppi acilici I gruppi acilici sono gruppi derivanti da acidi carbossilici ai quali è stato tolto il gruppo ossidrilico:
Proprietà fisiche degli acidi carbossilici Gli acidi carbossilici hanno punti di ebollizione abbastanza elevati dato che formano 2 legami a idrogeno tra di loro. Inoltre all’aumentare della lunghezza della catena carboniosa aumenta il punto l'ebollizione dell’acido perché aumentano i legami idrofobici, ma diminuisce la solubilità.
Esteri Gli esteri sono dati da una porzione derivante dell’acido carbossilico e da una porzione derivante dell’alcool (a dividere le due porzioni è l’ossigeno che segue o precede il gruppo carbonilico).