Sapiens 7297 punti

Microscopio elettronico


Utilizzando un fascio di elettroni, con onde milioni di volte più corte, si ottengono risultati più importanti. Con il microscopio elettronico si utilizza un fascio di elettroni con lunghezza d’onda dell’ordine di 0,003 — 0,005 nm e generalmente si ottengono ingrandimenti di 300.000 o più volte.
Il limite di risoluzione viene spinto a valori di 0,5 nm.
Con il microscopio ottico l'immagine dei campioni viene ingrandita un migliaio di volte, mediante la combinazione di un obiettivo e di un oculare adeguati. L’ingrandimento del campione si calcola moltiplicando l’ingrandimento indicato sull’oculare per quello fornito sull’obiettivo; così se l’uno riporta 10x e l'altro 100x, l’ingrandimento complessivo è di mille volte.
I due sistemi di lenti sono montati all’estremità di un tubo porta lenti, fissato su un supporto metallico detto stativo. La lente più vicina all’oggetto da osservare è detto obiettivo; l’altra, alla quale l’osservatore avvicina l’occhio è detta oculare.
Il preparato (su vetrino trasparente) viene collocato su un tavolino forato, per il passaggio della luce. Generalmente un supporto ruotante, detto revolver portaobiettivi, consente di selezionare obiettivi con diverso potere d’ingrandimento.
La luce viene inviata da una lampadina ad incandescenza posta comunemente al di sotto del tavolino; il fascio di luce viene concentrato sul campione, preparato su di un vetrino, per mezzo di un condensatore.
Per mettere a fuoco il campione si azionano una vite macrometrica e una vite micrometrica. che impartiscono spostamenti maggiori o minori al tubo porta lenti.
Il microscopio “binoculare” o stereomicroscopio consente la visione in rilievo dei preparati; è costituito da due distinti microscopi che ingrandiscono l’immagine complessivamente di qualche centinaio di volte. Viene adoperato anche per operazioni su strutture minute e per la dissezione di piccoli organismi.
Hai bisogno di aiuto in Nozioni basilari?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
I Licei Scientifici migliori d'Italia secondo Eduscopio 2017