Eliminato 146 punti

Relazione - Estrazione del DNA

Scopo: osservare la molecola del DNA dopo averla separata dall’involucro nucleare e cellulare.

Riferimenti teorici

•Struttura del DNA e della cellula;
•Preparazione soluzioni;
•Preparazione vetrini e utilizzo del microscopio.
•Per liberare il DNA contenuto nelle cellule è necessario demolire le membrane cellulari. Dato che esse sono costituite da fosfolipidi, possono essere sciolte utilizzando il detersivo; il sale invece, servirà per facilitare l’eliminazione delle proteine su cui è avvolto il dna. L’alta temperatura servirà per accellerare il processo e per disattivare gli enzimi che potrebbero degradare il DNA.
•L’alcool viene utilizzato per rendere visibile il DNA dato che è insolubile in esso.

Materiali

•100g di banana;
•Coltello e tagliere;
•3 Becker da 250 cc;
•100cc di acqua distillata;
•Bilancia;
•3g di cloruro di sodio;
•10cc di detergente liquido per stoviglie;
•Una siringa;
•Un cilindro graduato da 100cc;
•Colino;
•Carta da filtro;
•Cubetti di ghiaccio;
•Provette e portaprovette;
•Vaschetta;
•Blu di metilene;
•Alcool;
•Bacchette con uncino;
•Microscopio;
•Vetrini e coprivetrini;
•Contagocce;

Procedimento

Schiacciare la banana in modo da separare le cellule. Versare la poltiglia in un becker. Versare 3g di sale e 90cc di acqua distillata in un becker e mescolare fino alla completa dissoluzione del sale. Prelevare 10 cc di detersivo liquido e aggiungerlo alla soluzione, mescolare. Versare la soluzione nel becker contenente la poltiglia. Porre il becker a bagnomaria a 60° per 15 minuti. Mescolare. Raffreddare la miscela immergendo il becker in acqua e ghiaccio per 5 minuti agitando lentamente. Togliere il becker dall’acqua. Mettere il colino sopra un becker e preparare la carta da filtro. Versare la poltiglia sulla carta da filtro posta sul colino e mescolare con attenzione per favorire la filtrazione. Distribuire il liquido in varie provette ( 5 ml a provetta). Versare 5 ml di alcool lentamente lungo il bordo della provetta. L’alcool essendo meno denso dell’acqua andrà a formare uno strato sopra la soluzione contenente il DNA. Lasciare riposare la provetta per qualche minuto per consentire al DNA di raccogliersi. Utilizzando la bacchetta con l’uncino prelevare una parte del DNA e porlo sul vetrino. Colorare con una goccia di blu di metilene per permettere una visione migliore. Coprire con il coprivetrino e osservare al microscopio.

Osservazioni e conclusioni

L’esperienza è servita per capire i meccanismi dell’estrazione del DNA in modo molto semplice e di facile comprensione.
Per quanto riguarda le osservazioni,avendo l’alcool una densità minore rispetto all’acqua,esso resta visibilmente nella parte superiore della provetta. Il DNA, insolubile nell’alcool, precipita, formando un ammasso biancastro di filamenti che galleggiano nella parte superiore.
Osservando il preparato al microscopio non si vede la struttura ad elica del DNA. Ciò che si riesce a vedere sono dei piccoli filamenti come si può notare dall’immagine sopra proposta.

Hai bisogno di aiuto in Genetica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email