Video appunto: Esosomi e microvesciole
Un altro meccanismo compreso nel traffico vescicolare è la gemmazione, molto diversa dalla esocitosi. Essa è certamente una fissione perché al termine di questo meccanismo si ha la separazione di una vescicola rispetto alla membrana di origine, ma l’elemento caratteristico della gemmazione è la direzione verso cui questa vescicolazione avviene.
Infatti, il termine gemmazione è riservato a tutte quelle fissioni in cui la vescicola prodotta viene rilasciata verso l’esterno della cellula. Questo perché il termine “gemmazione”, adottato nella biologia cellulare traendo ispirazione dalla botanica, si riferisce al fenomeno che si osserva in primavera quando da un ramoscello spuntano le gemme che quindi crescono verso l’esterno. Questa gemmazione esiste nelle cellule?

Ci sono due risposte diverse a questa domanda: 1. Certo, abbiamo sempre saputo che esiste la gemmazione nel caso per esempio delle ghiandole esocrine. Esiste una certa classe di ghiandole esocrine che funziona esattamente così: producendo non solo vescicole ma gocce di citoplasma che si staccano dalla cellula, questa gemma è il secreto. 2. Più di recente si è scoperto che un’attività di rilascio di piccolissime vescicole è presente in realtà in tutte le cellule. Il risultato è che le vescicole gemmate possono andare a fondersi con la cellula bersaglio donandole non semplicemente dei segnali di membrana ma cedendo del citoplasma. Recentemente questo meccanismo ha aperto un capitolo di grandissimo interesse in biomedicina: si parla per esempio della possibilità di trasferire RNA da una cellula all'altra con delle importantissime implicazioni dal punto di vista del tipo di segnale trasmesso.