Ominide 11269 punti

Gli acidi nucleici

Gli acidi nucleici sono biomolecole molto grandi che si trovano all’interno della cellula; essi contengono le istruzioni per la sintesi di tutte le proteine presenti nell’organismo. Sono polimeri formati dall’unione di singoli monomeri, i nucleotidi.
Ogni nucleotide è composto da tre elementi:
una base azotata, uno zucchero pentoso, un gruppo fosfato
Le basi azotate sono composti ciclici derivanti da due molecole: la pirimidina e la purina. Le basi pirimidiniche sono la citosina (C), la timina (T) e l’uracile (U); le basi puriniche sono l’adenina (A) e la guanina (G)
Nei nucleotidi la base azotata è legata al pentoso, a sua volta unito al gruppo fosfato.
Il gruppo fosfato unisce tra di loro i vari nucleotidi formando l’impalcatura delle macromolecole degli acidi nucleici.

I nucleotidi non fungono solo da monomeri degli acidi nucleici, ma ricoprono altri ruoli importanti: per esempio, l’ATP (adenosintrifosfato) è il principale trasportatore d’energia nelle reazioni cellulari.
Il DNA e l’RNA
Vi sono due tipi di acidi nucleici: l’acido desossiribonucleico (o DNA) e l’acido ribonucleico (o RNA).
Il DNA è la sostanza depositaria del patrimonio genetico della cellula. La molecola del DNA è costituita da due filamenti di nucleotidi avvolti in senso opposto in una doppia spirale (doppia elica).
L’RNA è la sostanza addetta alla sintesi proteica sulla base dell’informazione genetica.
La molecola di RNA è formata da un solo filamento

Hai bisogno di aiuto in Genetica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Maturità 2018: date, orario e guida alle prove