Genius 42014 punti

La terra e i viventi cambiano


Per molto tempo è stata accreditata l’ipotesi che la Terra e gli esseri viventi siano stati fissi, immutabili. Le teorie naturalistiche, quasi da tutti accettate sino agli inizi dell’800, avevano prospettato un mondo popolato da una varietà di specie animali e vegetali create all’origine della vita e pervenute a noi senza aver subito alcun mutamento; una specie è costituita da organismi che presentano le maggiori affinità strutturali e funzionali e che inoltre sono capaci di incrociarsi tra loro.
Negli ultimi due secoli. Lo studio degli strati sedimentari della Terra e quello delle impronte e dei resti di piante e animali del passato, detti nell’insieme fossili, hanno però cominciato a fornire prove sempre più convincenti sulle modificazioni verificatesi nelle forme viventi e sul loro adattamento all’ambiente, anch’esso in continua trasformazione.
Lo studio dei problemi evoluzionistici su basi genetiche e la Biologia molecolare hanno inoltre fatto luce su aspetti cruciali dei processi e fornito nuovi spunti.
Via via la documentazione fossile è diventata più imponente: in alcune parti della terra i fossili più antichi sono emersi per erosione degli strati superficiali o per intensi fenomeni endogeni (terremoti), che hanno portato in superficie gli strati profondi.
È emerso con molta evidenza che numerosi fossili non trovano rispondenza in alcuna delle attuali forme di vita, che le forme più complesse sono presenti negli strati più superficiali, mentre gli strati più profondi conservano tracce di forme elementari di vita.
Tutte evidenze queste a favore dell’evoluzione della vita da forme semplici a forme via via più complesse, e scarsamente conciliabili con la teoria della fissità delle specie.

I sedimenti accumulatisi per lunghissimi tempi accolgono resti o tracce di organismi viventi. Gli strati più profondi sono i più antichi, ma fenomeni endogeni possono portarli in superficie. Le rocce calcaree stratificate, sedimentatesi durante l’era Paleozoica: contengono gusci e impronte di protozoi e molluschi, che permettono di risalire all’età degli strati.
Hai bisogno di aiuto in Evoluzione?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email