Ominide 8039 punti

Gli esseri viventi

Gli esseri viventi li possiamo distinguere in:
• Autotrofi. Tutti quegli esseri viventi che sono in grado di svolgere autonomamente tutti i processi di sintesi delle molecole organiche di cui hanno bisogno. A sua volta gli organismi autotrofi si possono suddividere in:
-fotosintetici: organismi che utilizzano come fonte di energia per la sintesi la luce solare e comprendono le alghe, le piante e alcuni batteri.
-chemiosintetici: organismi che utilizzano l’energia liberata da specifiche reazioni inorganiche e comprendono alcune specie di batteri.
• Eterotrofi. Organismi che dipendono dalle attività biosintetiche di altri organismi per ottenere le sostanze organiche che non sono in grado di fabbricare da sole; comprendono gli animali e i funghi.
I regni dei viventi
Tutti gli esseri viventi sono costituiti da cellule. I viventi li possiamo classificare in cinque regni:

• Monere. Sono organismi con cellule procarioti e unicellulari. Possono essere sia autotrofi che eterotrofi. Si nutriscono attraverso l’assorbimento. Comprendono i batteri, i cianobatteri ecc.
• Protisti. Sono organismi con cellule eucariote con cellule pluricellulari o unicellulari. Possono essere autotrofi e si nutriscono per assorbimento. Comprendono i protozoi e le alghe.
• Piante. Sono organismi con cellule eucarioti e pluricellulari. Sono organismi autotrofi e si nutrono per assorbimento. Comprendono muschi, conifere e piante a fiore.
• Funghi. Sono organismi con cellule eucarioti e possono essere unicellulari o pluricellulari. Possono essere eterotrofi e si nutrono per assorbimento. Comprendono i lieviti, i funghi.
• Animali. Sono organismi con cellule eucariote e pluricellulari. Sono organismi eterotrofi e si nutrono per ingestione. Comprendono spugne, molluschi, anellidi ed echinodermi.

Hai bisogno di aiuto in Evoluzione?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Come fare una tesina: esempio di tesina di Maturità