Video appunto: Ruolo di cop-I e cop-II
Ruolo di Cop-I e Cop-II Oltre ai componenti già descritti nel processo di vescicolazione vi sono altri due elementi: Cop-I e Cop-II. Nell’immagine il tratto blu indica che a questo livello la fissazione avviene non a carico della clatrina o della caveolina ma a carico di una proteina chiamata CopII. In blu è rappresentato il rivestimento della membrana che dà origine a una vescicola destinata a muoversi in senso anterogrado: ciò vuol dire che dal punto di vista funzionale “va in avanti”.
Nella storia degli organelli citoplasmatici prima viene il reticolo endoplasmatico poi il Golgi e infine i lisosomi o vescicole di secrezione: quindi un movimento dal reticolo al Golgi avviene in senso anterogrado. Le COPII sono quindi responsabili della vescicolazione di membrana che procede in senso anterogrado. Esiste però anche lo spostamento retrogrado delle vescicole: l'equilibrio che c'è fra reticolo endoplasmatico e Golgi è un equilibrio dinamico in quanto c'è un costante movimento di membrane, quindi, così come c'è il trasporto di vescicole che con CopII va dal reticolo verso il Golgi, ci sono anche vescicole che si muovono in senso retrogrado (dal Golgi vanno al reticolo endoplasmatico). Questo tipo di vescicole, nell’immagine in verde, sono rivestite da un'altra proteina: COPI.

La transcitosi consiste in una rapida sequenza di endocitosi da una parte subito seguito da una esocitosi (può avvenire in entrambe le direzioni). In queste cellule, come i capillari dei vasi, si assiste a un continuo traffico bidirezionale di piccolissime vescicole che sembra essere costitutivo e non necessariamente guidato da una catena di segnali di attivazione da parte della cellula.