Video appunto: Funzionamento del complesso ciclina-cdk

Funzionamento del complesso ciclina-CDK



Vediamo il superamento del punto di restrizione; ciclina viene prodotta, si accumula, trova la sua CDK: il complesso è ora attivato e capace di fosforilare; riconosce quindi la o le proteine bersaglio e le modifica fosforilandole; queste proteine sono solitamente dei guardiani che presidiano un posto di blocco, ma la fosforilazione è una trasformazione che ne cambia la struttura: il guardiano si stacca quindi dal punto dove stava e il posto di blocco è rimosso.
La concentrazione delle cicline relative a G2 è massima verso la fine di questa fase, dove c'è uno dei punti di blocco (punto di restrizione): se questo è superato, crolla il livello di questa ciclina e aumenta quello di un altro tipo, quella che caratterizza S e G2, che a sua volta arriva fino alla fine della fase G2; superato il posto di blocco corrispondente anche questa viene eliminata, ma nel frattempo era andata aumentando la terza classe di cicline, quelle mitotiche.

Nel lievito, in cui è stato originariamente studiato il processo, c’è un solo tipo di CDK e ci sono solo tre cicline mentre nell'uomo ciascuna ciclina ha un suo CDK e le cicline sono più di 3.

Il ciclo cellulare è tenuto sotto controllo da due classi di proteine:
• controllori negativi: (come Rb che blocca E2P) sono proteine che hanno il compito di frenare il passaggio da una fase all'altra
• controllori positivi: (come cicline, CDK E2F, fattori di crescita) sono proteine che promuovono il passaggio da una fase all'altra.