Video appunto: Glia periferica
Nel SNP, l’elemento gliale meglio caratterizzato è la cellula di Schwann che guida l’allungamento delle fibre nei nervi, sia durante lo sviluppo che nel corso della rigenerazione assonale a seguito di interruzioni traumatiche e che forma la guaina, con o senza avvolgimenti mielinici.

Nei gangli sono inoltre presenti le cellule satelliti, elementi epitelioidi che circondano le cellule nervose; lungo le superfici di contatto fra neuroni e cellule satelliti, le rispettive membrane plasmatiche tendono a formare interdigitazioni.

Durante lo sviluppo dei nervi, gli assoni in via di allungamento sono accompagnati nella loro progressione verso i territori di innervazione dai precursori delle cellule di Schwann, originariamente migrati dalla cresta neurale. Tali cellule forniscono all’assone un indispensabile supporto trofico. Man mano che gli assoni si allungano, alcuni precursori cessano di migrare, trasformandosi in cellule di Schwann immature (CSI) e iniziano a organizzare la guaina intorno al breve tratto di nervo di propria competenza. Le CSI che inizialmente formano una guaina esterna all’interno del nervo, danno inizio a un delicato processo di infiltrazione del nervo, grazie a un doppio meccanismo: le cellule continuano a proliferare attivamente e al contempo emettono processi citoplasmatici che si interpongono tra gli assoni, suddividendo il nervo in fascicoli più sottili.