Sapiens 8239 punti

Il citoscheletro

La forma delle cellule e i movimenti cellulari sono assicurati dalla presenza di strutture proteiche, che nell’insieme costituiscono il citoscheletro .
Esso è costituito principalmente da tre tipi di strutture: microtubuli,microfilamenti e i filamenti intermedi .
Ciglia e flagelli erano già stati osservati con semplici tecniche istologiche nei protozoi, ma fu negli anni ‘50 che D. Fawcet e K. Porter con tecniche di M.E. scoprirono che ciascun ciglio o flagello è caratterizzato da una stessa struttura che consta di 9 coppie di tubuli periferici disposti in circolo intorno a 2 tubuli centrali, circondati da una guaina. Tale disposizione è definita struttura 9+2 .
Le strutture tubolari sono cave, cioè attraversate da un canale centrale aperto.
I microtubuli sono costituiti da proteine globulari presenti in due forme principali, la tubulina α e tubulina β.

Le braccia che si protendono dai microtubuli sono costituite dalla dineina, complesso proteico, che insieme con altre proteine dette- chinesine costituisce un gruppo di proteine-ponte. Grazie a queste proteine è infatti possibile il movimento dei microtubuli: slittando l’uno rispetto all’altro, essi si muovono consumando ATP.
Non solo i microtubuli, ma anche i microfilamenti sono responsabili della motilità cellulare; in particolare ai microfilamenti sono dovuti i flussi citoplasmatici, in cui parti del citoplasma si spostano in una certa direzione, e la contrattilità cellulare.
I microfilamenti sono sottili filamenti, densi, dello spessore di 7—9 nm, costituiti da due catene lineari di subunità sferiche, disposte in doppia elica; ciascuna subunità consta di una molecola di actina. L’actina è presente negli animali, nelle piante superiori e nei funghi in due o più tipi diversi per sequenze amminoacidiche.
La miosina si comporta da "proteina ponte” capace di procurare lo sliding dei microfilamenti e di trasformare l’energia dell’idrolisi dell’ATP in energia meccanica.
Le miosine sono costituite da 1 o 2 catene pesanti di polipeptidi e da una o più catene leggere di polipeptidi di massa inferiore.
I filamenti intermedi hanno un diametro di circa 10 nm, cioè di di pensioni intermedie fra quelle dei microtubuli e quelle dei microfilamenti ;da qui la
definizione di intermedi .
Sono fibre cilindriche che nel citoplasma decorrono isolate oppure intrecciate a costituire una intelaiatura. Sono presenti nelle cellule del tessuto osseo e cartilagineo, nei peli, nelle cellule nervose.

Hai bisogno di aiuto in La cellula?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Maturità 2018: date, orario e guida alle prove