Genius 32296 punti

Il tessuto epiteliale

Il tessuto epiteliale, o epitelio, è il tessuto di rivestimento e ghiandolare dell’organismo. L’epitelio ghiandolare forma le diverse ghiandole; l’epitelio di rivestimento ricopre tutte le superfici libere del corpo e contiene cellule di va ria forma. Un tipo di epitelio di rivestimento costituisce lo strato esterno della cute; altri tipi delimitano le cavità interne degli organi. Poiché l’epitelio forma il confine che ci separa dal mondo esterno, pressoché tutte le sostanze che entrano o escono dal corpo devono passare attraverso un epitelio.
Le funzioni degli epiteli comprendono la protezione, l’assorbimento, la filtrazione e la secrezione. Per esempio, l’epidermide protegge da agenti batterici e chimici. Per svolgere questa funzione le cellule epiteliali presentano specializzazioni della membrana plasmatica quali le giunzioni occludenti e i desmosomi, che uniscono saldamente le cellule l’una all’altra. L’epitelio di rivestimento del le vie respiratorie è invece dotato di ciglia che con il loro movimento allontanano dai polmoni la polvere e altre particelle. Un epitelio specializzato per l’assorbimento riveste organi dell’apparato digerente come l’intestino tenue, in cui vengono assorbite le sostanze alimentari. Per questo l’epitelio intestinale presenta sottili prolungamenti, detti microvilli, che aumentano enormemente la superficie assorbente . Epiteli con funzioni di assorbimento e di filtrazione si trovano nei reni, mentre le ghiandole tramite la secrezione producono sostanze come il sudore, il sebo, gli enzimi digestivi e il muco.

L’epitelio ghiandolare

Una ghiandola è costituita da una o più cellule che producono e secernono una particolare sostanza, il secreto, il quale tipicamente contiene molecole proteiche in un liquido acquoso. La secrezione è un processo attivo in cui le cellule ghiandolari prelevano dal sangue il materiale necessario e lo utilizzano per produrre il secreto, che poi emettono. Dai tessuti epiteliali si sviluppano due tipi principali di ghiandole. Le ghiandole endocrine sono dette ghiandole prive di dotto escretore; i loro secreti (ormoni) passano direttamente nei vasi sanguigni. Sono esempi di ghiandole endocrine la tiroide, le surrenali e l’ipofisi. Le ghiandole esocrine conservano il dotto escretore e attraverso questo versano il loro secreto sulla superficie dell’epitelio. Le ghiandole esocrine, che comprendono le ghiandole sudoripare e quelle sebacee, il fegato e il pancreas, si trovano sia all’interno dell’organismo, sia sulla superficie esterna e saranno trattate nell’ambito degli apparati a cui appartengono.
Hai bisogno di aiuto in Anatomia e Fisiologia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email