Video appunto: Struttura dei miocita

Struttura dei miocita



All’interno del sarcolemma (membrana plasmatica) il citoplasma è suddiviso in strutture cilindriche vicine tra loro e lunghe quanto l’intera cellula, dette miofibrille. Esse si presentano con una bandeggiatura trasversale rispetto al loro andamento, la striatura, che si sussegue regolarmente lungo la miofibrilla e che è perfettamente in
registro con le bandeggiature delle altre miofibrille.

Nelle cellule muscolari i nuclei sono visibili alla periferia della cellula, appoggiati al sarcolemma. Osservando con attenzione i preparati istologici come quello in fig.6, ci si accorge che nei profili delle singole cellule spesso si osservano nuclei multipli; questa osservazione, insieme alla conoscenza delle dimensioni delle intere cellule, porta alla conclusione che ciascuna cellula muscolare scheletrica contiene un numero considerevole di nuclei, fino ad alcune centinaia. Questa configurazione dipende dal fatto che le cellule muscolari
scheletriche originano dalla fusione di un gran numero di precursori, i mioblasti, cellule dotate di un singolo nucleo che, durante lo sviluppo del muscolo, si sono avvicinate, le loro membrane si sono fuse e i citoplasmi messi in comune ma mantenendo i nuclei con la propria individualità, dando origine al sincizio plurinucleato.