Erectus 1680 punti

Sistema endocrino


Il sistema endocrino è fondamentale per la stabilità del mezzo interno, ovvero per il mantenimento dell’omeostasi.
Il sistema endocrino è un sistema di comunicazione complesso che, integrato con il sistema nervoso e immunitario, controlla per via umorale numerose funzioni essenziali alla sopravvivenza dell’individuo, alla sua crescita e al mantenimento della specie.

Funzioni del sistema endocrino

Le funzioni generali del sistema endocrino, mediate dagli ormoni sono:
- Mantenimento dell’omeostasi interna dell’organismo e adattamento all’ambiente  mantenimento stabile dei nutrienti, elettroliti, acqua…
- Sviluppo somatico e neuropsichico
- Riproduzione
- Regolazione del metabolismo --> processi per sintetizzare sostanze biologiche e produrre energia.
- Comportamento

Endocrinologia

L’endocrinologia è la branca della biologia che riguarda le azioni degli ormoni e gli organi e le ghiandole nei quali gli ormoni vengono prodotti.
Gli ormoni sono segnali chimici usati nella comunicazione tra le cellule che raggiungono siti bersaglio lontani dal luogo
di produzione attraverso il flusso sanguigno (≠ da comunicazione autocrina o paracrina). Le cellule che sintetizzano e secernono ormoni sono dette cellule endocrine e possono essere raggruppate in organi specifici, le ghiandole endocrine (ipofisi, tiroide, gonadi…) oppure possono trovarsi all’interno di organi con funzioni diverse --> sistema endocrino diffuso (es. fegato, stomaco, rene, cute, sistema adiposo… contengono tutti cellule ad attività endocrina).
Le ghiandole endocrine “non proprio classiche” sono:
- Ipotalamo: fa parte di Sistema nervoso centrale (SNC), ma produce anche ormoni con funzioni regolative sul resto del sistema endocrino.
- Rene: oltre a fungere da filtro, produce anche l’eritropoietina e il calcitriolo (forma attiva della vitamina D)
- Placenta: organo endocrino transitorio poiché produce progesterone, estrogeni (al termine della gravidanza, per l’innesco del parto), HCG
- Fegato: produce IGFI (fattore di crescita simile all’insulina), angiotensinogeno, trombopoietina.
- Cuore: produce l'atrial natriuretic peptide (ANP) per la regolazione della pressione sanguigna

Ghiandole endocrine

Le ghiandole endocrine hanno alcuni aspetti morfologici in comune:
• Sono costituite da cellule con capacità secretoria, associate in ammassi, cordoni, follicoli o alveoli. Es. nel pancreas è presente un ammasso cellulare, le isole di Langherans. Un’organizzazione a follicoli si trova a livello della tiroide.
• Sono prive di dotti escretori, ma sono fortemente vascolarizzate
• Uno stesso ormone può essere prodotto da diversi tipi cellulari. Es. testosterone prodotto sia dalle cellule di Leydig a livello del testicolo ma anche dalle cellule dell’ovaio.
• Uno stesso ormone può anche agire su cellule differenti provocando effetti diversi
• Una stessa cellula può sintetizzare e secernere più ormoni

Ormoni

Gli ormoni sono per definizione:
- sintetizzati e secreti da cellule endocrine
- una volta secreti, vengono immessi in circolo (infatti le ghiandole endocrine sono fortemente vascolarizzate)
- effetto biologico su cellule bersaglio a variabile distanza, anche lunghi
Un ormone può interagire con una determinata cellula bersaglio grazie alla presenza di recettori specifici per quell’ormone. Quando avviene il legame ormone-recettore, si innesca una risposta cellulare che muta da cellula a cellula, dipendendo dal programma genetico espresso --> un unico ormone può produrre effetti diversi nelle diverse cellule sulle quali interviene. Gli effetti cellulari innescati dalla cascata di trasduzione del segnale che si attiva in seguito all’interazione tra l’ormone e il suo specifico recettore, si possono ripercuotere in effetti di tipo sistemico.
Hai bisogno di aiuto in Anatomia e Fisiologia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email