Ominide 79 punti

Sistema endocrino e le ghiandole secretorie


Le cellule devono comunicare fra loro e per farlo, usano particolari sostanze, gli ormoni.
Esistono due tipi di cellule, cellule secretorie, che secernono l’ormone, e quindi sono quelle cellule che ‘’inviano l’ormone’’, e quindi sono quelle che inviano il messaggio, e cellule bersaglio, quelle che captano l’ormone attraverso i recettori, e quindi sono le destinatarie del messaggio.
Esistono, poi, vari tipi di comunicazione cellulare:
- Signalling autocrino – la cellula secretoria è anche la cellula bersaglio, cioè la cellula produce una sostanza un ormone che andrà a captare lei stessa.
- Signalling paracrino – la cellula produce una sostanza che verrà captata dei recettori di una cellula che si trova nelle immediate vicinanze.
- Signalling endocrino – la cellula produce un ormone che viene rilasciato nel sangue, da questo verrà trasportato in un tutto l’organismo e sarà captato dai recettori di cellule lontane dalla cellula secretoria.
I recettori sono coloro che captano gli ormoni, esistono due tipi di ormoni:
- Ormoni peptidici – questi vengono captati dai recettori di membrana che si trovano sulla membrana della cellula bersaglio e servono a captare quel tipo di ormoni peptidici che quindi non possono attraversare la membrana plasmatica della cellula.
- Ormoni secretori – questi vengono captati da recettori nucleari che si trovano proprio nel nucleo della cellula, sono quel tipo di recettori che vanno a captare gli ormoni steroidei, o lipidici, che possono attraversare la membrana plasmatica della cellula e legarsi ai recettori nucleari, come ad esempio alcuni ormoni tiroidei, estrogeni, testosterone e progesterone, e anche alcune vitamine A – D – E.
Gli ormoni steroidei riescono quindi a ad attraversare la membrana per poi arrivare al nucleo. Gli ormoni peptidici invece non possono arrivare al nucleo in maniera diretta e per questo motivo hanno bisogno di un secondo messaggero che viene sintetizzato quando l'ormone viene captato dal recettore di membrana. Una volta che l’ormone è stato captato dai recettori di membrana, questi attivano una proteina (proteina G), formata da tre sub-unità ᵅ, ᵝ, ᵞ e quando si attiva passa dal legarsi con GDP al legarsi con GTP, a questo punto la sub-unità ᵅ si allontana dal resto della struttura della proteina e interagisce con un effettore (una fibra nervosa, che si chiama Adenilato Cilclasi) e questo converte l’ATP in cAMP, il secondo messaggero, dando così inizio ad una serie di senali, la base ᵅ ritorna alla conformazione originaria e si lega dal GTP di nuovo al GDP.
Ipotalamo
L’ipotalamo insieme all’ipofisi sono il centro di principale controllo di tutto il sistema endocrino. Lipotalamo stimola l’ipofisi attraverso il sistema ipotalamo-ipofisario con ormoni di rilascio (-RH) e di inibizione (-IH).
- GHRH – stimola l’ipofisi la quale produce l’ormone della crescita (GH).
- Somatostatina – ormone che indica all’ipofisi di rilasciare l’ormone di inibizione dell’ormone della crescita.
- GnRH – l’ormone che indica all’ipofisi di iniziare a produrre l’ormone delle gonaditropine (LH, FSH), cioè l’ormone che regola il ciclo ovarico.
- CRH – ormone che induce l’ipofisi a produrre la corticotropina (ACTH), ovvero l’ormone che stimola la porte superiore del rene, le ghiandole surrenali che producono glucorticoidi e aldosterone.
- THRH – che induce l’ipofisi alla produzione della tireotropina (TSH)
L’ipotalamo controlla anche la produzione di prolattina (PRL) stimolata dall’ipofisi.
Tutti gli ormoni che abbiamo visto sono prodotti dalla parte posteriore dell’ipofisi, adenoipofisi, mentre la parte posteriore dell’ipofisi non è addetta a secernere ormoni ma viene utilizzata come serbatoio di riserva di due ormoni in partciolare:
- Ossitocina: stimola le contrazioni durante il parto
- Vasopressina o ADH o ormone antidiuretico: stimola il riassorbimento dell’acqua nei tubuli renali.
Tiroide
La tiroide produce 2 ormoni importanti:
- T3; triodotironina
- T4; tiroxina, tetraodotironina

La tiroide si occupa di regolare i metabolismo lipidici, glucidi e proteici e meccanismi di crescita corporea. Una diminuzione di questi due ormoni va a determinare un rallentamento del metabolismo e quindi sovrappeso, invece se c’è una sovrapproduzione di questi ormoni il metabolismo si accelera e si verificano così una diminuzione del peso.
La tiroide produce anche la calcitonina, che va a ridurre la concentrazione di calcio nel sangue quando questa è troppo alta, stimolando la deposizione nelle ossa e l’espulsione delle urine. La calcitonina viene prodotta con aumento della calcemia.
Paratiroidi
Le paratiroidi, piccole ghiandole posizionate dietro la tiroide, invece producono paratormone (PTH) che ha una funzione opposta alla calcitonina.
Ghiandole surrenali
Le ghiandole surrenali, posizionate sul rene, sono divise in corticale e midollare.
- Corticale: sarebbe la parte più esterna della ghiandola e produce glucocorticoidi (cortisolo e cortisone, che sono ormoni dello stress) e mineralcorticoidi (aldosterone).
- Midollare: parte più interna della ghiandola e produce adrenalina e noradrenalina, che sono gli ormoni dello stress.

Ghiandola pineale o epifisi


Produce melatonina che regola il ciclo veglia-sonno.

Pancreas

Il pancreas è formato da alcune ghiandole endocrine chiamate isole di Langerhans. Si dividono in:
- Cellule alfa: secernono glucagone, il quale serve a far aumentare la concentrazione di glucosio nel sangue (glicemia)
- Cellule beta: secernono insulina, la quale ha un effetto opposto a quello del glucagone, perché abbassa la concentrazione di glucosio nel sangue.
Hai bisogno di aiuto in Anatomia e Fisiologia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email