Kanakin di Kanakin
Eliminato 1338 punti

Sangue - Descrizione

Il sangue è un particolare tipo di tessuto liquido la cui massa totale è equivalente in media alla decima parte della massa del corpo. Il volume di sangue di un individuo dipende dal rapporto tra le dimensioni dell'individuo e le concentrazioni di acqua e di soluti. In un maschio adulto di peso medio il volume sanguigno complessivo corrisponde a circa cinque litri. Il sangue svolge in primo luogo una funzione di trasporto: porta ossigeno e sostanze nutritive alle cellule ed elimina da esse prodotti di rifiuto del metabolismo e secrezioni, le quali comprendono anche ormoni. Inoltre, cellule in grado di compiere la fagocitosi combattono le infezioni "spazzando" la rete di vasi sanguigni.
Il sangue contribuisce a mantenere stabile il pH dell'organismo. Negli uccelli e nei mammiferi concorre a conservare costante la temperatura in tutto l'organismo. Esso contiene numerosissime cellule attive di varia specie, molte altre sostanze e gas. In particolare, nel sangue si trovano tre specie fondamentali di cellule libere, dette globuli, le

più numerose delle quali sono i globuli rossi (o eritrociti o emazie) che nell'individuo sano e normale sono 4,5-5 milioni per millimetro cubico e che conferiscono al sangue il suo caratteristico color rosso.
Gli eritrociti hanno forma rotonda e piatta, sono incavati nel centro e non hanno nucleo. Non si riproducono e hanno vita piuttosto breve (circa un centinaio di giorni), ma sono continuamente sostituiti da altri, prodotti dalla milza e soprattutto dal midollo osseo. Trasportati dalla corrente sanguigna, gli eritrociti non escono all'estremo dei capillari; non inglobano mai né microbi né altri corpuscoli estranei che possono trovarsi nel sangue e la loro funzione è quella di trasportare l'emoglobina, una proteina complessa e ricca di ferro.
Passando attraverso i polmoni, l'emoglobina fissa l'ossigeno dell'aria, trasformandosi m ossiemoglobina che, trasportata in tutto il corpo, cede l'ossigeno riducendosi nuovamente a emoglobina. L'ossiemoglobina ha un colore rosso chiaro brillante, mentre l'emoglobina è rosso scuro: ciò spiega la differenza di colore tra sangue arterioso e sangue venoso che conferisce alle vene affioranti sotto la pelle il tipico colore azzurrino.
I globuli bianchi o leucociti invece sono meno numerosi; se ne contano, in un individuo sano e normale circa 5000-9000 per millimetro cubico. A differenza dei globuli rossi, i globuli bianchi sono provvisti di nucleo e sono in grado di inglobare e distruggere microbi o corpuscoli di sostanze estranee e nocive che si trovano nel sangue; inoltre possono attraversare le pareti dei vasi sanguigni e migrare attraverso i tessuti. La loro funzione è essenzialmente quella di proteggere l'organismo dalle infezioni. Si distinguono in linfociti, con nucleo quasi sempre rotondo che occupa la maggior parte delle cellule, i quali costituiscono il 20-30% dei leucociti; i granulociti, o leucociti granulosi, poiché il loro nucleo è formato di due o più lobi, uniti da sottili filamenti. I linfociti producono anticorpi, mentre i granulociti fagocitano le sostanze estranee.
Oltre ai globuli rossi e bianchi, il sangue contiene, in numero molto minore, altri corpuscoli, ovvero le piastrine, larghe 2-3 millesimi di millimetro e in numero di 250.000-500.0000 per ogni millimetro cubico. Le piastrine svolgono una funzione essenziale nella coagulazione sanguigna, necessaria per arrestare le emorragie. La parte liquida, ovvero il plasma sanguigno, è formata invece da acqua contenente molti sali minerali disciolti, il più abbondante dei quali è il cloruro di sodio, indispensabile per lo svolgimento di numerosi processi fisico-chimici dell'organismo.
Oltre ai sali minerali in soluzione, il plasma contiene sostanze nutritive, sostanze di rifiuto e le sostanze prodotte dalle ghiandole a secrezione interna, i cosiddetti ormoni, che svolgono importanti funzioni di attivazione e regolazione di molti processi dell'organismo. Il plasma sanguigno infine contiene il fibrinogeno, una sostanza proteica che se viene posto a contatto con l'ambiente esterno si trasforma in fibrina e costituisce la rete che avvolge gli elementi cellulari sanguigni, soprattutto i globuli rossi, nella massa gelatinosa del coagulo, da cui si separa la parte liquida del siero sanguigno.

Hai bisogno di aiuto in Anatomia e Fisiologia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Come fare una tesina: esempio di tesina di Maturità