Video appunto: Protisti (2)
Protisti

I protisti sono gli eucarioti più primitivi e possono essere unicellulari o pluricellulari. Quelli unicellulari appartengono al sottoregno dei protozoi. Possono essere poi eterotrofi, ma nella maggior parte dei casi sono autotrofi. Molte specie sono acquatiche e alcune sono patogene, come la giardia lamblia, un protozoo anerobio che è un parassita, ossia assume dall’organismo ospitante le macromolecole.
Possiede anche dei mitocondri, molto rudimentali, perché inutili dal momento che vive prevalentemente nell’intestino dei ruminanti.

In questi animali non causa patologie, se però viene ingerito dall’uomo causa diarrea del turista, vomito e nausea. In particolare questa infezione si può contrarre bevendo acqua contaminata da liquami infetti, nei quali non è presente il protozoo vivo, ma delle cisti dal momento che nel colon dei ruminanti avviene un processo di incistamento: le attività metaboliche della giardia cessano e intorno alla cellula si crea una parete. Queste cisti vengono poi espulse e nel momento in cui arrivano nel nostro stomaco si aprono e riprendono il loro ciclo vitale.
I protisti sono organismi unicellulari eucarioti che racchiudono diversi phila, come i dinoflagellati, le alghe verdi, brune e rosse, le diatomee e infine i funghi mucilagginosi.