danyper di danyper
Sapiens 5866 punti

Paramorfismi dello scheletro


Lo scheletro del corpo umano è un sistema molto ben progettato, dotato di flessibilità e adatto a rispondere a numerose sollecitazioni. Come tutte le parti del corpo può ammalarsi o subire danni, riducendo così le nostre capacità di movimento. Alcuni problemi si presentano più ricorrenti nell’età giovanile. Dalla nascita fino al raggiungimento dell’età adulta, la colonna vertebrale o altre parti dello scheletro possono presentare degli assetti scorretti. Se questi possono essere recuperati con esercizi fisici mirati, si parla di paramorfismi, se invece risultano irreversibili, quindi diventano vere e proprie malattie, si parla di dismorfismi.
Vediamo i paramorfismi più diffusi della colonna vertebrale.
La scoliosi è una deviazione laterale della colonna, verso destra o verso sinistra, che provoca una torsione delle vertebre. La causa principale è da ricercarsi in una diversa lunghezza degli arti inferiori, ma può avere origine anche da posture scorrette, come restare tanto tempo seduti o tanto tempo in piedi. Una persona affetta da scoliosi presenta una forte asimmetria delle spalle, dalle scapole o delle anche. Quando non c’è rotazione delle vertebre si parla di atteggiamenti scoliotici che si possono correggere con esercizi adeguati e una postura corretta. Esiste anche la scoliosi con doppia curva.
L’iperlordosi è una eccessiva curvatura del tratto lombare della colonna e causa uno spostamento in avanti del bacino. Essa è accompagnata da una scarsa tonicità dei muscoli dell’addome e viene peggiorata dall’uso di calzature con tacchi alti.
L’ipercifosi è invece una curvatura eccessiva del tratto dorsale della colonna. Con il passare del tempo le vertebre, soggette a pressione possono modificarsi e causare seri danni alla gabbia toracica e quindi alla respirazione. Una delle cause è da ricercare nei lavori con posture che impongono di rimanere curvi in avanti per molto tempo. Attraverso esercizi posturali e adeguati movimenti per rafforzare i muscoli più deboli e rilassare quelli contratti, si può intervenire su questi due paramorfismi.
Paramorfismi degli arti inferiori
Il piattismo o piede piatto è dovuto letteralmente ad un appiattimento della volta plantare del piede. Compare nell’infanzia per poi scomparire nel tempo grazie all’utilizzo di calzature dotate di appositi plantari.
Il ginocchio valgo si riscontra quando le ginocchia tendono verso l’interno, si toccano tra loro, mentre le caviglie sono distanti; le gambe ricordano la forma di una X.
Il ginocchio varo è l’opposto, in questo caso le ginocchia si incurvano verso l’esterno (lasciando un arco tra le gambe).
Anche in questi casi si possono eseguire degli esercizi specifici di ginnastica correttiva otre che utilizzare apposite calzature dotate di plantari.
Hai bisogno di aiuto in Anatomia e Fisiologia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email