Ominide 4479 punti

Le vie respiratorie sono soggette all'aggressione di agenti infettivi come batteri e virus. L'infezione più comune è il raffreddore o rinite in cui l'infiammazione delle mucose provoca starnuti ed eccessiva produzione di muco. Può avere anche un origine allergica,così come l'asma che è una contrazione spasmodica della muscolatura dei bronchi che ne riduce il diametro. Il mal di gola può essere localizzato nella faringe,laringe e trachea e se sono infiammate anche le corde vocali viene chiamata afonia. La bronchite è un'infiammazione dei bronchi provocata da agenti infettivi o irritanti:il sintomo più comune è la tosse che può essere espettorante o secca. La bronchite può diventare cronica come conseguenza del fumo di sigarette e favorisce l'instaurarsi di infezioni respiratorie e può evolvere nell'enfisema polmonare in cui si ha la distruzione delle pareti alveolari. La più grave infezione dei polmoni è la polmonite che può essere virale o batterica e produce febbre alta,brividi e tosse e può essere persino mortale. Nei casi più gravi gli alveoli si riempiono di liquido e il sangue ossigena meno bene. In altri casi l'infezione interessa le pleure e questa + detta pleurite ed è caratterizzata da dolori acuti durante gli atti respiratori. Lo pneumotorace è una lesione delle pleure che consente all'aria di penetrare nella cavità pleurica aumentando la pressione sui polmoni e provocandone lo schiacciamento quindi si ha dispnea,tachicardia e alterazione della pressione arteriosa. Una grave infezione polmonare è la tubercolosi che è causata dal bacillo di Koch ed è molto diffusa nei paesi del terzo mondo ed è una malattia infattiva. L'ossigeno diffonde dall'aria alveolare al sangue dei capillari mentre l'anidride carbonica diffonde in senso contrario.

Hai bisogno di aiuto in Anatomia e Fisiologia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email