Video appunto: Lacune ossee

Lacune ossee



La prova della presenza delle cellule delle ossa, gli osteociti, è data dalle lacune e dai canalicoli ossei. Le cellule in figura sono piccole, ma sono visibili all’interno degli spazi non occupati da matrice ossea, che sono appunto le lacune ossee. Qui è visibile soltanto il nucleo, mentre le zone bianche circostanti rappresentano le lacune, che non devono essere confuse con il citoplasma che qui è molto scarso e pallido.

Dobbiamo quindi spostarci nell’ambito della microscopia elettronica. Vediamo in fig. 23 del materiale elettrondenso che rappresenta la matrice ossea mineralizzata e si vede un singolo osteocita accolto nella sua lacuna ossea. L’osteocita è comunemente definito cellula quiescente, cioè a riposo, perché ha un metabolismo basso. Si osserva come il nucleo occupi la maggior parte del profilo cellulare e il citoplasma sia poco
abbondante. Gli osteoni che abbiamo visto finora erano localizzati nell’osso compatto e ci si chiede se essi siano presenti nelle trabecole ossee. Osservando un osso spugnoso, avvicinandoci, osserviamo una formazione che sicuramente appartiene ad un osteone: un canale e le lamelle disposte intorno. Anche se è intrappolato nella sua “cella”, l’osteocita è una cellula viva e vegeta che svolge importanti ruoli fisiologici. In che senso “cella”? Nel senso cha matrice ossea mineralizzata è estremamente compatta tanto da porre un serio problema per la sopravvivenza di queste cellule.