Hope_ di Hope_
Ominide 461 punti

Disabilità fisica

I disabili fisici sono coloro che sono stati colpiti da lesioni o da malattie che riducono la capacità di movimento o la tolleranza allo sforzo.
La disabilità, a seconda della gravità della lesione/intensità del danno, si distingue in: lieve, medio, grave e gravissimo.
A seconda della durata nel tempo si distingue invece in: temporanea (reversibile) e permanente (irreversibile).
Infine, la disabilità può essere: progressiva (peggiora nel tempo), stazionaria (rimane stabile) o regressiva (migliora nel tempo).
Per menomazione s’intende ogni perdita o anomalia, strutturale o funzionale, a carico di un determinato organo per lesione/danno/malattia. Ogni menomazione comporta una disabilità.

Per disabilità s’intende qualsiasi limitazione o perdita delle capacità di compiere un’attività secondo i parametri considerati normali per un essere umano.
Infine, la conseguenza della disabilità è l’handicap, ovvero la condizione di svantaggio che, in un certo soggetto, limita o impedisce il raggiungimento dei parametri considerati normali dagli altri. Per queste persona è prevista una riabilitazione, la quale consiste nell’annullare il più possibile le differenze con i parametri della norma.
Quando la disabilità è talmente grave da non poter essere incrementata con alcuno strumento riabilitativo, si affianca la persona con altre figure di sostegno (assistenza socio sanitaria).
La disabilità fisica si distingue in:
Motoria (compromette il movimento: es. distrofia muscolare, paralisi cerebrale, ictus cerebrale);
Sensoriale (riguarda i cinque sensi, in particolare vista e udito);
Disturbi della comunicazione e del linguaggio (compromette tutto ciò che riguarda problemi di linguaggio: es. mutismo=assenza di linguaggio verbale; afasia o disfasia=disturbo del linguaggio che si riscontra in pazienti affetti da Alzheimer. Difficoltà a trovare le parole per esprimere il concetto; disartria= disturbo nell’articolazione del linguaggio, poiché il suono viene articolato a livello della bocca e ciò avviene in chi ha problemi motori ad articolare i movimenti muscolari; DSA= in particolare la dislessia= difficoltà nel leggere con una conseguente difficoltà nell’apprendimento).
La disabilità psichica si distingue in:
Sindrome di Down;
Insufficienza mentale (quoziente intellettivo inferiore alla norma);
Epilessia (disturbo a livello dell’encefalo dovuto a scariche elettriche);
Psicosi (tutte quelle forme che consistono in un distacco dalla realtà: es. autismo, schizofrenia).
Le cause della disabilità in generale sono:
Genetiche: malformazione genetica a cui consegue una certa disabilità (distrofia muscolare di Douchenne, Sindrome di Down, x fragile, talassemia, emofilia ecc…);
Prenatali: complicazioni che insorgono durante la gravidanza (malattie infettive del gruppo TORCH, fumo, alcol ecc…);
Perinatali: complicazioni durante il parto. La causa principale potrebbe essere l’anossia (mancanza di ossigeno);
Postnatali: tutto ciò che può intervenire dopo la nascita e può provocare disabilità (trauma cranico, encefalite, meningite, maltrattamenti, tumori cerebrali, intossicazioni ecc…)

Hai bisogno di aiuto in Anatomia e Fisiologia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email