pexolo di pexolo
Ominide 10532 punti

Composizione corporea


Gli studi della composizione corporea mirano a valutare lo stato di salute del paziente andando a quantificare la massa magra rispetto alla massa grassa. Il primo modello che fu proposto era di tipo compartimentale, ossia andava a suddividere il corpo nei due soli compartimenti massa magra e grassa. Successivamente sono stati introdotti:

Modello tricompartimentale, massa grassa, massa extracellulare (fluidi, scheletro e collagene), massa cellulare (massa metabolicamente attiva).

Modello tetracompartimentale, massa grassa, acqua, proteine e minerali.

Modello pentacompartimentale, massa grassa, acqua, proteine, minerali e glicogeno.

Secondo il modello di Wang invece la compartimentazione riguarda atomi, molecole, cellule, tessuti e infine l’organismo. La valutazione della composizione corporea può essere fatta in vivo o in vitro. Quest’ultima metodica è stata utilizzata in passato e si basava su studi condotti nel cadavere. Le metodiche in vivo oggi sono quelle più utilizzate e chiaramente devono essere precise ma allo stesso tempo non invasive.

Metodi per la valutazione della composizione corporea
Invasivi:
1) Risonanza magnetica nucleare
2) TAC
3) Conta del potassio totale
4) Acqua marcata
Non invasivi:
1) Pesata idrostatica
2) Mineralogia ossea computerizzata
3) Ultrasonografia
4) Impedenziometria
5) Plicometria
6) Antropometria
7) Adipografia

Hai bisogno di aiuto in Anatomia e Fisiologia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
I Licei Scientifici migliori d'Italia secondo Eduscopio 2017