Questo appunto contiene un allegato
Prova meccanica di compressione scaricato 0 volte

Prova meccanica di compressione


Un corpo si definisce “sottoposto a pressione” quando è sottoposto a 2 forze aventi uguale retta d’azione passante per il baricentro, stessa intensità e versi opposti tendenti ad avvicinarsi.
A seguito di compressione, il corpo analizzato presenta una riduzione in lunghezza e un relativo aumento in termini di sezione.
Un’effettiva prova di compressione è, a livello pratico impossibile a causa del verificarsi del fenomeno fisico denominato “carico di punta”, un’involontaria flessione del corpo sottoposto alla prova dovuto anche a minime imprecisioni riguardo le rette delle forze applicate, le quali non risultano effettivamente passanti per il centro. Si è quindi appurato che la realizzazione teorica e quella pratica di una prova di compressione si distanziano diametralmente.
Il fenomeno precedentemente descritto presenta dei parametri tipici:
• Materiale: le diverse caratteristiche (chimiche in tal caso) del materiale agevolano il presentarsi di tale fenomeno
• Sezione: la sezione inficia enormemente sul verificarsi di tale problematica, si pensi alla compressione di un oggetto con piccola sezione paragonato ad uno con sezione rilevante; nel primo caso la probabilità di flessione del corpo è decisamente elevata. Tutte queste premesse hanno valore esclusivamente in relazione alla lunghezza del corpo compresso, più il rapporto lunghezza/sezione è grande, più è probabile il verificarsi di tale fenomeno accessorio
• Vincoli: ad inficiare particolarmente sul risultato della prova troviamo i vincoli, i quali possono permettere a determinate parti del corpo di rimanere pressoché inalterate. Ponendo dei vincoli stabilizzanti agli estremi di una provetta ad esempio, notiamo che la flessione del corpo sarà concentrata nella parte centrale della provetta stessa, ovvero dove i vincoli non sono prese
Hai bisogno di aiuto in Meccanica e macchine?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email